Non si e’ chiusa sicuramente come avrebbe voluto la stagione 2020 nella Porsche Carrera Cup Italia del veloce pilota mantovano Marzio Moretti. Per il pilota del Team Bonaldi Motorsport – Centri Porsche Bergamo, la tre giorni a Monza iniziava bene grazie ad un’ottima quinta posizione conquistata nelle libere del Venerdì a conferma di una totale presa di confidenza del driver lombardo con la veloce Porsche 911 GT3 Cup del team bergamasco. La conferma dell’ottimo stato di forma di Moretti arrivava anche nelle qualifiche del Sabato mattina che lo vedevano chiudere terzo nella Q1 e quinto nella Q2, malgrado la mancanza di scie.

In Gara 1 la partenza per il pilota mantovano è buona ma gia’ nel corso del primo giro Monaco (penalizzato poi dalla Direzione Gara con dieci secondi sul tempo finale di gara) lo colpiva in Curva Parabolica nella parte posteriore della sua GT3 Cup mandando l’incolpevole Moretti in testa coda.  alla parabolica facendolo girare. In ragione di questo episodio Moretti si ritrova 23esimo e con grande carattere si adopera in una furiosa rimonta che lo porta a chiudere sotto la bandiera a scacchi in nona posizione, facendo anche segnare il best lap in gara malgrado le gomme della sua GT3 Cup soffrissero di evidente blistering.  Con questi presupposti Moretti si avviava fiducioso ad iniziare Gara 2 nella quale pero’ era autore di una partenza che non gli impediva comunque, verso la meta’ gara, di sorpassare  prima Cerqui e successivamente Barri che pero’ spinge il mantovano fuori pista con una manovra molto limite e pericolosa che verra’ poi pesantemente sanzionata dalla Direzione Gara. Per Moretti si tratta pero’ di un mesto ritiro che chiude amaramente una stagione nella quale, pur da debuttante nella serie e sulle vetture GT, lo ha visto sempre molto veloce e in grande crescita.

Marzio Moretti: “Mi e’ dispiaciuto molto chiudere la stagione con un ritiro dopo il tanto lavoro fatto, gara dopo gara, sia con i tutor della Scholarship che con il Team Bonaldi Motorsport. E’ stata comunque una bellissima avventura che mi ha formato molto come pilota e che mi sara’ molto utile di sicuro nel 2021. Desidero ringraziare Porsche Italia, il Team Bonaldi Motorsport e tutti i miei sponsor per questa grande opportunita”.