Fulgenzi conquista il terzo posto della Porsche Carrera Cup Italia.

Avrebbe sicuramente voluto vivere un week end migliore Enrico “The Dobermann” Fulgenzi in occasione dell’ultima tappa della Porsche Carrera Cup Italia che si è disputata questo week end all’Autodromo Nazionale di Monza. Sul veloce tracciato brianzolo il driver di Jesi aveva iniziato il week end in modo molto positivo conquistando un terzo posto in qualifica che lo poneva subito tra i pretendenti alla vittoria nelle due successive manche di gara.

Dopo aver dunque fatto valere tutta la sua esperienza in qualifica Fulgenzi scattava bene al via della prima manche di gara cercando subito di stare lontano di potenziali contatti di gara ma, al tempo stesso, senza rinunciare a combattere come sua indole. Dopo una condotta di gara dunque molto determinata ma altrettanto priva di sbavature Fulgenzi affrontava gli ultimi giri di gara con il terzo posto nelle sue mani ma era vittima di un contatto con il pilota ucraino del Team Tsunami RT Kruglyk in ingresso della variante Ascari che mandava in testacoda il pilota del Team Ghinzani- Centri Porsche Latina il quale, successivamente, veniva centrato dall’incolpevole Valori. L’impatto, di violenza notevole, subito nella parte laterale destra della vettura non solo comportava il ritiro definitivo per Fulgenzi ma costringeva il pilota marchigiano ad un veloce check in Ospedale che fortunatamente scongiurava qualsiasi tipo di danno fisico rilevante. A seguito di quanto accaduto in Gara 1 Fulgenzi era costretto in Gara 2 a partire dal fondo dello schieramento su di una pista resa molto viscida dalla pioggia caduta in precedenza. Malgrado dunque le condizioni abbastanza limite Fulgenzi mostrava ancora una volta le sue doti di funambolo recuperando diverse posizioni e chiudendo la gara in quinta posizione assoluta dopo un piccolo contatto nelle battute finali con il diretto rivale in classifica Quaresmini che gli faceva perdere la quarta piazza. La stagione della PCCI 2017 si chiude dunque per Fulgenzi con un terzo posto assoluto che conferma il suo talento ma che non soddisfa al 100 % il pilota del Team Ghinzani ARCO Motorsport che avrebbe voluto lottare per il titolo fino alla fine.

Enrico Fulgenzi: “E’ stato un week end molto impegnativo. Si sapeva che gli animi sarebbero stati caldi in virtù della lotta per il titolo tra Pera e Rovera. Purtroppo Kruglyk mi ha toccato e nel successivo testacoda sono stato centrato a forte velocità da Valori che sopraggiungeva. La macchina per fortuna non ha subito troppi danni e siamo riusciti a sistemarla per Gara 2. É stata una stagione davvero intensa, mi sarei aspettato un pò piu di competitività per rimanere in lotta per il titolo ma non tutto è andato secondo i nostri piani; tuttavia classificarsi terzi in un campionato di livello come la Porsche Carrera Cup Italia è sempre un risultato di rilievo e non scontato. Voglio ringraziare tutti i miei partners e i miei fans per avermi supportato: siamo già a lavoro per la prossima stagione.”

Aggiornamenti riguardo lo svolgimento dell’evento saranno presenti anche sui suoi profili social Facebook (Enrico Fulgenzi – The Dobermann) e Twitter (@EnricoFulgenzi) e sul sito www.enricofulgenzi.com.