Suzuki protagonista con i Grand Vitara 1.9 DDiS al Nido dell’Aquila Baja

È stata una prima tappa asciutta, quella che i concorrenti del Baja hanno affrontato al Nido dell’Aquila. La seconda, invece, è stata lunga e flagellata da prolungati temporali, che hanno visto in Alfio Bordonaro e Marcello Bono i dominatori del Gruppo T2 dal primo all’ultimo metro. I siciliani non hanno accusato alcuna sbavatura, riuscendo con il Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS a tenere dietro un Andrea Alfano grintoso, ma attento a non sbagliare.

Il varesino, in coppia con Carmen Marsiglia, ha corso con intelligenza, acquisendo sempre più feeling con il tracciato che ha affrontato con il personale Grand Vitara 1.9 DDiS, con il quale ha combattuto anche per Suzuki Challenge.

Terzi del Gruppo T2 sono i fratelli Mirko e Mike Emanuele, i catanesi al rientro alle gare dopo qualche anno di stop, che hanno rispolverato il loro Grand Vitara conquistando il terzo posto di gruppo, nonostante l’iniziale sfilamento semiasse della ruota posteriore sinistra, quindi una toccata all’anteriore sinistra poco prima del traguardo.

 

Palco d’arrivo che ha raggiunto anche Giuseppe Ananasso, in coppia con Sara Castellani, quarti del Produzione con il Vitara, precedendo Margherita Lops e Giorgia Larosa, brave a superare una foratura con un cambio di gomma in vetta al Monte Pennino, nel pieno del forte temporale.