Seb e Kimi fiduciosi per il Gran Premio d’Ungheria: “Siamo la squadra che ha fatto più progressi”

Il cielo su Budapest si è schiarito dopo la pioggia del mattino e per il weekend del Gran Premio d’Ungheria il tempo dovrebbe rimanere caldo e soleggiato. I piloti di Scuderia Ferrari, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, sono pronti per la sfida, dopo che l’ultima gara a Silverstone non ha dato loro il risultato che meritavano.

E Seb lo sa bene: “Finora quest’anno abbiamo fatto delle ottime gare e altre un po’ più con difficoltà. Ma se chiedi quale squadra ha migliorato di più quest’anno, la risposta è la Ferrari. L’ultima gara non è stata ideale, ma è normale che certe corse vadano meglio e altre peggio. In generale penso che siamo sulla strada giusta. Quest’anno è andata bene finora, ma non siamo del tutto contenti perché vogliamo vincere. Questo è il motivo per cui quest’anno siamo competitivi, perché abbiamo lavorato tanto. Dobbiamo continuare così. Credo che la gara peggiore sia stata l’ultima, in Inghilterra. Le gare in Australia, Bahrain e Monaco sono state fantastiche. Comunque, avremmo potuto vincere in Austria, Cina e così via. Forse quest’anno non abbiamo avuto troppa fortuna con le safety car, ma sono cose che succedono. Ci sono ancora molte gare da fare e dobbiamo essere positivi, perché finora siamo andati bene. Non siamo ancora dove vogliamo essere, ma vogliamo essere sicuri che gli avversari non abbiano tante probabilità di vincere”. Un altro argomento interessante trattato in Ungheria è certamente l’introduzione nel 2018 del nuovo sistema di protezione, Halo. Sebastian afferma: “Non è molto bello esteticamente, ma la funzione è ciò che conta: è stato creato per la sicurezza dei piloti, per cui, se può essere d’aiuto a salvare le loro vite, ben venga”.

Kimi ha una visione leggermente diversa della sua stagione finora: “Se guardiamo esclusivamente ai risultati, finora non è stato un anno buonissimo per me. In alcune piste eravamo a nostro agio e in altre meno e i risultati lo dimostrano. Se consideriamo l’ultima gara, sicuramente non è stata la migliore: non avevamo il passo giusto, ma penso che dipendesse molto dal tracciato. Ultimamente però, e soprattutto alla fine dei weekend, ho avuto una buona sensazione con la macchina e guidare è stato divertente. Spero di avere le stesse sensazioni qui. Questo circuito dovrebbe essere migliore per noi. Posso sbagliarmi, ma spero di no. Penso che qui possiamo essere più forti rispetto ai nostri avversari. Faremo del nostro meglio come sempre e speriamo di giocarcela al vertice”.