[Video] Peugeot 2008 Test Drive #truetest

Il mercato dell’auto è sempre in evoluzione e i vari Costruttori non possono mai abbassare la guardia se voglio mantenere le loro quote di mercato. Per questo vetture nata da poco si ritrovano “costrette” a lifting quanto mai prematuri per dare l’impressione di non essere presto obsolete rispetto alla agguerrita concorrenza. E’ il caso ad esempio della nuova Peugeot 2008 che si rifà il look dopo essere stato indubbiamente un crossover di grande successo SUV con ben 600mila esemplari venduti in tutto il mondo grazie ai favori di un pubblico conquistato grazie alla sua praticità, al suo spazio a bordo ed ai consumi che eguagliano quasi quelli di una citycar. Di una citycar infatti la 2008 ha la praticità e la trasversatilità di utilizzo che rendono la piccola crossover francese capace di adattarsi a tutti i tipi di terreno.

Peugeot 2008 restyling è in vendita con un listino prezzi che parte da 15.860 euro per la versione benzina PureTech 82, abbinata all’allestimento Access; il prezzo sale fino ai 25.910 euro della BlueHDi 120 Crossway. Disponibile in abbinamento a quattro motorizzazioni benzina e tre motorizzazioni Diesel, con potenze da 75 a 130 cavalli, la nuova Peugeot 2008 promette di proseguire sulla strada intrapresa dalla precedente versione e di consolidarne i successi.

Osservando più da vicino la 2008, notiamo subito il rinnovato frontale, caratterizzato dalla calandra verticale e dal cofano orizzontale. I gruppi ottici sono nuovi e richiamano le altre vetture in gamma Peugeot. In generale le linee sono più robuste e rendono la vettura più “solida”. Esteticamente le novità non sono però finite: troviamo inserti off-road alla base del paraurti, nuove colorazioni come il Rosso Ultimate e l’Emerald Crystal, gruppi ottici posteriori 3D e protezioni laterali al passaruota. Le dimensioni della 2008 sono le seguenti: lunga 4159 mm, larga 1739 mm e alta 1556 millimetri. Un nuovo design e nuovi allestimenti Access, Active, Allure e GT Line, con quest’ultima versione sportiva che si caratterizza per cerchi in lega da 17 pollici, elementi neri in sostituzione delle finiture cromate, logo GT Line e novità nell’abitacolo pedaliera in alluminio, impunture rosse e rivestimenti in pelle pieno fiore.

Gli interni della nuova Peugeot 2008 vedono la presenza del Peugeot i-Cockpit, del Mirror Link per connettere gli smartphone, di nuove personalizzazioni in pelle e di un tetto vetrato molto accattivante. Grande importanza i tecnici Peugeot l’hanno data alla sicurezza attiva e passiva: ad assistere il guidatore ci sono l’Active City Brake, in grado di frenare automaticamente fino ai 30 km/h, la videocamera posteriore, visibile tramite lo schermo da 7 pollici touchscreen, il Park Assist per le manovre di parcheggio assistito e molti altri sistemi tecnologicamente all’avanguardia. Altro punto a favore della 2008 è lo spazio interno: i vani portaoggetti nell’abitacolo hanno 24 litri di volume totale, ai quali si aggiungono i 410 litri del bagagliaio, che con i sedili abbassati tocca invece quota 1400 litri.
A listino sono presenti le motorizzazioni benzina – PureTech 82 cv, PureTech 110 cv S&S, PureTech110 S&S EAT6 e PureTech 130 S&S – e diesel – 1.6 BlueHDi 75 cv, 1.6 BlueHDi 100 e 1.6 BlueHDi 120 S&S. La protagonista del nostro test drive è proprio la versione turbodiesel 1.6 litri con tecnologia BlueHDi da 100 cavalli e cambio manuale a cinque rapporti. Sui percorsi misti extraurbani la 2008 si destreggia alla grande ed i consumi, per quanto abbiamo potuto rilevare, si stabilizzano sui 4,5 lt/100 chilometri. Nei cambi di direzione si avverte un leggerissimo rollio, ma la precisione di guida è eccellente e la funzione Grip Control ottimizza la motricità in funzione del tipo di terreno che stiamo percorrendo. Le modalità di guida sono: standard, neve, fango e sabbia. Il Grip Control rappresenta dunque un grosso ausilio alla guida anche se non può essere paragonato alla trazione integrale vera e propria. Lo sterzo della 2008 è davvero molto preciso, la guida dinamica e la visibilità sia frontale che laterale è buona soprattutto in considerazione che oggi giorno le vetture non garantiscono mai una grande visione perimetrale.

Anche posteriormente non se la cava affatto male e laddove l’occhio non basta c’è la retrocamera che facilita ogni operazione, anche per i meno esperti. Nelle fasi di partenza, ai semafori ed agli stop il motore Diesel si dimostra brillante e piuttosto generoso come coppia, il che rende agevoli i sorpassi e gli scatti. Buona la silenziosità, anche ad andature sostenute mentre i consumi, pur spremendo il crossover francese ed avando il “piede pesante”, non scendono quasi mai sotto i 18 km di media con un litro. Anzi, con il piede leggero si arriva a percorrenze di oltre 21 km/litro.

Pregi

Abitacolo Agevolmente accessibile e luminoso (specialmente con il tetto panoramico in vetro, optional), si dimostra spazioso anche nelle sedute posteriori.

Motori La gamma include propulsori parchi senza rinunciare alle prestazioni.

Sterzo Nelle manovre non affatica, mentre in velocità assicura una buona precisione.

Sicurezza L’Esp include il dispositivo antiarretramento ed è di serie anche il cruise control. Molto buona la tenuta di strada in tutte le condizioni.

Difetti

Cambio Le versioni manuali accusano una corsa della leva troppo lunga e innesti non sempre precisi.

Volante Se lo si regola in posizione rialzata, la parte superiore della corona copre parzialmente la strumentazione del cruscotto.

Lampeggio d’emergenza Il pulsante dell’hazard non è facilmente individuabile.

Visibilità posteriore Un po’ limitata ma supportata dalla telecamera posteriore.

 

Paolo Necchi

firma-paolo-necchi-motormedia-prs-media [Video] Peugeot 2008 Test Drive #truetest News Video Test Drive