La nuova Golf: l’evoluzione continua.

Ogni anno sono circa un milione le persone che decidono di acquistare una nuova Golf. Da più di quattro decenni, una Golf lascia le linee di produzione mediamente ogni 40 secondi. Si tratta prevalentemente di vetture configurate in modo personalizzato e prodotte quindi su ordinazione. Ora ai blocchi di partenza c’è una nuova Golf.

La prevendita è già iniziata in numerosi Paesi di tutto il mondo e la curva di produzione nello stabilimento di Wolfsburg cresce rapidamente. Proprio in questi giorni i primi esemplari di Golf e Golf Variant sono in viaggio per essere consegnati ai loro proprietari: riceveranno vetture dotate di motori hi-tech, con un design ancora più accattivante, sistemi di assistenza più evoluti, una nuova generazione di sistemi di infotainment e allestimenti più ricchi. Già il modello di accesso, la Golf Trendline, debutta di serie con un nuovo sistema di infotainment (Composition Colour) e, ulteriore novità, con gruppi ottici posteriori a LED.

Nuovo 1.5 TSI Evo 150 CV. Alla progressiva digitalizzazione si affianca il debutto di motori che non temono confronti in termini di efficienza. Già il nuovo motore benzina d’accesso (motore turbo a iniezione diretta 1.0 TSI 85 CV) si lascia apprezzare con consumi nel ciclo combinato di appena 4,8 l/100 km. Sulla Golf debutta inoltre il motore turbo benzina 1.5 TSI Evo*, un quattro cilindri turbo ulteriormente ottimizzato, forte di 150 CV di potenza, con sistema variabile di gestione attiva dei cilindri (ACT). Ne seguirà una versione BlueMotion* da 130 CV. Parallelamente la Volkswagen ha rinvigorito la Golf GTI che infatti, già nella versione di accesso, sviluppa ben 230 CV di potenza. Un nuovo cambio DSG a 7 rapporti (doppia frizione) provvede inoltre a un’ulteriore riduzione dei consumi fino a 0,3 l/100 km. Tutte le Golf dispongono poi di BlueMotion Technology che combina sistema start/stop e recupero dell’energia in frenata.

La tecnologia LED sostituisce quella allo xeno. A Maiorca, per il debutto dell’evoluzione del modello, la Volkswagen presenta alla stampa internazionale Golf e Golf Variant, nella linea di allestimento ulteriormente ampliata Highline. Il design ancor più definito di tutte le nuove versioni fa apparire la Golf grintosa come non mai. Le modifiche di design comprendono nuovi paraurti anteriori e posteriori, nuovi fari alogeni con luci diurne a LED, nuovi fari full LED anziché allo xeno (a richiesta), nuovi parafanghi anteriori e, come accennato, nuovi gruppi ottici posteriori full LED di serie per tutte le versioni Golf. Completano il restyling degli esterni nuovi cerchi e nuovi colori carrozzeria. Nuove modanature decorative e nuovi tessuti impreziosiscono inoltre l’abitacolo della Golf 2017.

Design degli esterni – Rinnovamento a tutto tondo per la bestseller  Nuove soluzioni di dettaglio accrescono ulteriormente l’inconfondibile carisma che contraddistingue il design iconico della Golf. Il team guidato dal Responsabile del Design della Marca Volkswagen Klaus Bischoff ha ridisegnato i paraurti e, in collaborazione con gli ingegneri, ha sviluppato nuovi fari (alogeni e a LED), nuovi gruppi ottici posteriori a LED e nuovi cerchi. Poiché la Golf è frutto di un lavoro di costante sviluppo che dura ormai da oltre quarant’anni, per l’ulteriore perfezionamento del design degli esterni i designer si sono ispirati al principio dell’evoluzionismo. Da sempre il successo della Golf si basa, oltre che sul suo concept tecnico e sulle sue doti di versatilità, su un design che le dona uno stile inconfondibile, tale da rappresentare una classe a sé. Grazie a queste peculiarità, la Golf si afferma, a livello mondiale, come una delle poche compatte davvero accessibili. La Golf quindi, anche nella sua più recente versione, è la Volkswagen per eccellenza.

Frontale imponente. Nella zona anteriore spicca l’insieme composto da calandra e gruppi ottici, che affina ulteriormente il modello originale sotto il profilo stilistico. Il listello cromato inferiore della calandra si sviluppa a sinistra e a destra come elemento cromato (GTI: cromo/rosso) e confluisce come luce diurna a LED nei gruppi ottici full LED; sulla nuova Golf i gruppi ottici a LED di serie o a richiesta, in base all’allestimento, sostituiscono i fari allo xeno. Le prese d’aria, anch’esse   ridisegnate e inserite nella parte inferiore del paraurti, accentuano più che mai la larghezza della vettura. La griglia di protezione della calandra presenta un motivo lamellato, nei modelli GTI e GTD, così come nelle Alltrack, il motivo è a nido d’ape. Le versioni dotate di cruise control con regolazione automatica della distanza (ACC) e/o Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni presentano un highlight a livello estetico: il sensore radar di questi sistemi non sarà più collocato in posizione visibile nella presa d’aria del paraurti, bensì sarà integrato dietro il logo VW sulla calandra.

Gruppi ottici posteriori interamente a LED di serie. Anche il posteriore presenta un aspetto più carismatico: tutte le Golf e le Golf Variant saranno d’ora in poi dotate di gruppi ottici posteriori interamente a LED. A differenza dei numerosi gruppi ottici posteriori a LED di tipo standard, in quelli della Golf nessuna funzione viene più affidata alle convenzionali lampadine a incandescenza. La versione superiore dei gruppi ottici posteriori interamente a LED è inoltre dotata di una funzione di indicatore di direzione animata; sotto il profilo estetico, questa versione si distingue per una sottile fascia di LED bianca e trasparente, che diventa di colore arancione all’azionamento degli indicatori di direzione. In più, è caratterizzata da una dinamica di commutazione di forte impatto visivo tra luci posteriori a LED e luce di stop accesa.

Golf Variant e Golf Alltrack. La Golf Variant è tradizionalmente uno dei modelli più versatili della gamma Golf. Una particolarità è rappresentata dal nuovo paraurti posteriore, che fa apparire la Golf Variant ancora più slanciata ed elegante. In questo insieme si integrano alla perfezione i gruppi ottici posteriori interamente a LED, previsti di serie anche per questa versione. Analogamente alla Passat Variant, ora anche la Golf Variant è disponibile a richiesta con eleganti terminali di scarico trapezoidali cromati, integrati nel diffusore.

Golf GTI, Golf GTD e Golf GTD Variant. La Golf GTI, in particolare, è riconoscibile per la leggendaria linea rossa nella  calandra: un tratto distintivo che diventa oggi ancora più caratteristico. A questo riguardo, sia l’elemento trasversale nella calandra sia le piccole alette laterali nei doppi proiettori a LED, di serie sui modelli GT, sono realizzati in colore rosso e cromo. Sulla Golf GTD e GTD Variant, le alette e gli elementi trasversali sono completamente cromati. Anche a livello del posteriore tutte le GTI e le GTD 2017 presentano nuovi paraurti e gruppi ottici posteriori full LED di serie. La Golf GTI si distingue inoltre per terminali di scarico cromati con diametro maggiorato.