Una prima immagine "virtuale" della futura Ginetta LMP1.

Il marchio inglese Ginetta ha presentato ufficialmente il progetto per schierare nel WEC 2018 una vettura nella classe regina LMP1 orfana del Team Rebellion, “sceso” in LMP2.

Ginetta ha ufficialmente annunciato la creazione di un nuovo progetto LMP1 per il FIA WEC 2018. Il costruttore inglese ha stabilito di costruire un numero massimo di 10 vetture da vendere ai diversi team privati che saranno impegnati nella “sotto-categoria” riservata ai team privati. Una notizia importante per la categoria che nel 2017 vedrà al via solo la ByKolles dopo la scelta di rebellion di “scendere” in LMP2.

Ginetta non è nuova ad avventure ambizioso nel mondo delle vetture sport prototipo. Già presente in LMP2 e poco proficua in LMP3 per divergenze con l’originario motorista, oggi il costruttore inglese punta molto in altro accaparrandosi un tecnico di grandissimo valore come Adrian Reynard, ex patron dell’omonima azienda, che lavorerà a stretto contatto con l’italiano Paolo Catone, tecnico della Peugeot 908 e BR01 LMP2. Nel frattempo sono stati già stati fatti i nomi di due scuderie  interessate al progetto: il PRT Racing e l’ARC Bratislava. Il telaio sarà approntato dopo la 24 Ore di Le Mans di quest’anno per l’inizio dei primi test in pista . Il propulsore sarà fornito, con ogni probabilità, dalla Mecachrome, mentre il cambio sarà un X-Trac.