Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada.

Renault Mégane GT Line 2016. Scoprila nel nostro video test drive!

Sono passati oltre vent’anni dalla presentazione della primissima Mégane: era infatti il settembre 1995 quando la Renault svelò al mondo l’erede della gloriosa Renault 19, ultimo modello del marchio francese contraddistinto da un numero nel nome. Oggi, il progetto è alla sua quarta generazione e oggi proviamo per voi la sua variante più sportiva attualmente in commercio: la GT.

Esteticamente la Mégane non rompe la tradizione del più recente design stilistico Renault e ripropone nel frontale i tratti salienti degli ultimi modelli: lo stemma anteriore è di grandi proporzioni e incastonato all’interno di un trapezio rovesciato, così come già visto su Captur, Kadjar ed Espace, ma in questo caso, trattandosi di versione sportiva, il tutto è abbinato ad una generosa griglia a nido d’ape. I gruppi ottici adottano il cosiddetto profilo a C (C-shaped), con una vistosa virgola luminosa che parte dalla sommità del faro e scende fino a metà del paraurti. Nel caso della GT è di serie la tecnologia full LED chiamata Pure Vision con effetto Edge Light 3D, in grado secondo Casa madre di migliorare del 20% la visibilità rispetto all’illuminazione alogena tradizionale. Lateralmente spiccano i generosi cerchi in lega da 18” dal design specifico, i retrovisori esterni a contrasto e i profili cromati dei finestrini. Al posteriore emergono su tutto due elementi stilistici: la generosa firma luminosa dei gruppi ottici, che corrono su quasi tutta la larghezza della vettura, e il vistoso profilo estrattore del paraurti con terminali di scarico integrati e a forma di losanga.

renault-megane-2016-2017-test-drive-prova.mp4_snapshot_00.39_2016.12.31_17.47.26 Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive All’interno la partenetela con le altre Mégane si fa ancora meno evidente grazie alla forte caratterizzazione estetica che si ritrova un po’ in tutti i dettagli: dal volante con grande logo GT nella parte bassa della razza centrale ai paddle del cambio marcia solidali al piantone, dalle cuciture a contrasto alle modanature, dal battitacco con logo specifico Renault Sport ai sedili in Alcantara. Tutto è stato ridisegnato in chiave racing e il look generale degli interni è molto piacevole. Il nuovo sedile con profili laterali maggiorati e poggiatesta integrato è comodo e dal buon contenimento laterale, e regala una buona posizione di guida anche grazie alle numerose regolazioni possibili del volante. La strumentazione ha indicatori analogici nelle zone più esterne e un grande indicatore digitale al cento, ampiamente personalizzabile grazie al Multisense. Al centro della console trova posto il grande schermo touch da 8.7 POLLICI  denominato R-Link 2, in grado di gestire connettività, telefonia, sistemi di assistenza alla guida, navigazione, informazioni sul veicolo, climatizzazione e molto altro.

renault-megane-2016-2017-test-drive-prova.mp4_snapshot_03.08_2016.12.31_17.48.26 Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive Proseguendo poi la panoramica degli interni troviamo i controlli del clima automatico bi-zona, il tasto RS Drive che consente il passaggio rapido alla modalità di guida Sport, la leva del cambio, il tasto a forma di fiore per accedere al Multisense e il freno di stazionamento elettronico. Come tutte le Renault di segmento C e D nate negli ultimi anni, anche la Mégane è stata sviluppata sulla piattaforma modulare CMF ma, a prescindere dalla piattaforma adottata, il fattore differenziante principale di questa GT rispetto a tutte le altre proposte del segmento C è costituito dal telaio 4Control in grado di far sterzare l’asse posteriore. Già da noi testato recentemente sulla Talisman, il 4Control è in grado di regalare maggiore reattività e agilità alle basse velocità e aumentare la stabilità alle andature maggiori. Per quanto riguarda i propulsori, la GT è  disponibile con una doppia motorizzazione benzina e una tripla diesel.

renault-megane-2016-2017-test-drive-prova.mp4_snapshot_00.51_2016.12.31_17.47.50 Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive Per i primi si parte infatti dal 1.2 TCe da 130 cavalli, per arrivare al 1.6 TCe da 205 cavalli mentre per i propulsori diesel si dispone di una motorizzazione 1.5 dCi da 110 o da 130 cavalli ai quali si affianca la versione più evoluta da ben 165 cavalli. Altra peculiarità riservata unicamente alla variante sportiva della Mégane è il nuovo impianto frenante con dischi maggiorati: solo sulla GT infatti troviamo dischi anteriori da 320 mm e posteriori da 290. Dal punto di vista del funzionamento della vettura, il vero e proprio cervello elettronico dell’auto è il Multisense, sistema in grado di variarne il comportamento grazie alle modalità di guida pre-impostate: normalmente sono disponibili cinque diversi setting (Eco, Comfort, Neutro, Sport e Perso) ma la nostra GT, per scelta del costruttore, rinuncia alla modalità Eco.

renault-megane-2016-2017-test-drive-prova.mp4_snapshot_00.48_2016.12.31_17.47.41 Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive Il Multisense è in grado di variare numerosi parametri di funzionamento (rigidità dello sterzo, risposta del motore, reattività del cambio doppia frizione EDC, taratura del 4Control per gestire l’asse posteriore sterzante) e di vita a bordo (illuminazione ambiente, colorazione del quadro strumenti, sonorità percepita del motore, climatizzazione) per regalare un’esperienza di guida su misura e sempre nuova. Il tutto è gestibile tramite pulsante dedicato sul tunnel centrale o tramite l’ampio schermo touch dell’R-Link 2. Sotto il profilo della sicurezza, la nostra Mégane GT offre di serie il riconoscimento della segnaletica stradale, l’avviso di superamento della linea di carreggiata e la commutazione automatica degli abbaglianti/anabbaglianti; è poi possibile completare il comparto assistenza alla guida scegliendo il pack optional denominato Easy Drive che comprende il cruise control adattivo e la funzione di assistenza alla frenata di emergenza e pre-crash. La vettura da noi testata montava il 4 cilindri in linea 1.5 sovralimentato in grado di erogare 130 cavalli, disponibile sia con versione con cambio manuale o a doppia frizione EDC (Efficient Dual Clutch) a 7 rapporti.

renault-megane-2016-2017-test-drive-prova.mp4_snapshot_06.53_2016.12.31_17.49.09 Renault Mégane GT 2016 Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive In termini dinamici la vettura si dimostra fin da subito molto intuitiva e piacevole da guidare, senza particolari esitazioni o incertezze. Il cambio doppia frizione ha una risposta lineare e morbida, con cambi marcia avvertibili ma non fastidiosi. Nelle curve più strette si avverte l’intervento dell’asse posteriore che aiuta a chiudere la curva senza eccedere con l’angolo di sterzo. Se poi si passa in modalità Comfort, le cambiate sono molto più dolci e accompagnate, lo sterzo meno diretto e tutto l’abitacolo è invaso da un’illuminazione blu acceso. Passando poi in Sport la GT cambia decisamente anima. Nel misto si rivela ben piantata a terra, anche grazie alla taratura specifica di molle e ammortizzatori, e invita ad aumentare il ritmo; fino agli 80 Km/h le ruote posteriori in controfase regalano grande reattività e la GT si destreggia molto bene nei cambi di direzione più repentini, mentre sopra tale soglia effettivamente infonde maggiore sicurezza grazie alla migliore stabilità, come se virtualmente riuscisse ad allungare il passo. In ingresso curva l’inserimento è molto preciso mentre le ruote sterzanti al posteriore accompagnano bene la vettura oltre che migliorare l’uscita. Assetto e dinamicità regalano una guida divertente e sicura, ottenuta grazie all’ottimo dialogo con lo sterzo e alla taratura delle sospensioni né troppo rigide né troppo morbide.

La Megane GT, dunque, non è una vettura dalle prestazioni estreme, si divide equamente tra velocità e comfort, senza privilegiare uno dei due aspetti. Interessante la modalità Multi Change Down che consente di scalare contemporaneamente più marce semplicemente tenendo tirato il paddle di sinistra: sarà la gestione elettronica del cambio a selezionare il rapporto più adatto in base alla velocità della vettura e al numero di giri possibile. La risposta del motore è pronta e lineare, anche se sarebbe piaciuto avere maggiore coppia a disposizione. La visibilità posteriore, come ormai consuetudine sulle compatte più moderne, non è delle migliori ma aiutano i sensori anteriori e posteriori di serie. Cosa ci è piaciuto della Megane? La presenza del 4Control, la dotazione di serie e il design. Le cose che invece ci hanno meno soddisfatto? I paddle al volante e la frenata soprattutto sul bagnato.

Se volete acquistarla dovrete spendere un minimo di 25.200 euro per la versione Tce Energy benzina da 130 cavalli per arrivare ai 32.800 euro della versione diesel più potente.