Suzuki Baleno Test Drive, la prova su strada.

Suzuki Baleno convince con i suoi consumi ridotti e emoziona con le sue prestazioni e agilità. Non ti resta che salire a bordo per il nostro Test Drive!

Accadde tutto in un Baleno. Questa affermazione si addice perfettamente all’evoluzione tecnologica e di mercato del marchio Suzuki e della nostra nuova vettura in prova. La Nuova Suzuki Baleno 2016 è offerta oggi sul mercato italiano in tre allestimenti, una motorizzazione Dualjet da 90 cavalli anche ibrida, disponibilità del cambio automatico CVT e con prezzi a partire da 14.100 Euro.

In virtù di una ripresa del mercato dell’auto che sembra allontanare i momenti buoi del recente passato, il brand nipponico sta ottenendo successi in termini di vendite anche grazie al lancio di nuovi modelli come S-Cross, Vitara e Celerio. Si sta vivendo dunque un profondo cambiamento in casa Suzuki: un brand che incentra le sue ideologie nei segmenti delle vetture compatte (Celerio, Swift, e Baleno) e di quelle a quattro ruote motrici (Ignis, S-Cross, Vitara e Jimny).

La Nuova Suzuki Baleno 2016 nasce da una piattaforma del tutto inedita e le dimensioni le fanno onore vista la lunghezza pari 4 metri esatti, di soli 7,5 centimetri inferiore rispetto ad una rivale importante e famosa come la Fiat Punto, ma che non fa rinunciare ad una notevole abitabilità ed un bagagliaio quasi al vertice della categoria dati i 355 litri viaggiando in configurazione cinque posti che crescono facilmente sino a 1.085 litri. Se in lunghezza si presenta come una normale compatta, la Baleno 2016 determina una larghezza di 1 metro e 75 centimetri per un’altezza pari ad un metro e 47 centimetri per la versione a benzina, con la versione ibrida più bassa di appena un centimetro. Con l’acronimo SHVS, Suzuki ha introdotto con la Baleno un sistema ibrido per il motore a benzina 1.2 Dualjet. Il significato di questa sigla è: Smart Hybrid Vehicle by Suzuki ed utilizza un sistema ISG, Integrated Starter Generator, pronto a svolgere tre funzioni: funge da motorino d’avviamento, da motore elettrico di assistenza per supportare il motore in fase di accelerazione e ripresa in modo da accumulare elettricità attraverso il recupero dell’energia prodotta in frenata e funge poi anche da alternatore per caricare sia la batteria tradizionale che la compatta batteria agli ioni di litio collocata sotto il sedile anteriore giusto per non intaccare lo spazio dell’abitacolo.

suzuki-baleno-2016-test-drive-italiano-prova-su-strada-2017-2 Suzuki Baleno Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive Questa tecnologia ISG è collegata al motore a combustione interna con una cinghia che rende l’avvio del motore fluido e silenzioso, anche in fase di ripartenza gestita dal sistema Start&Stop. Baleno 2016 è quindi il primo modello per Suzuki ad adottare questa tecnologia.
Con questa utilitaria compatta debutta anche il sistema tecnologico MyDrive con schermo a colori da 4,2 pollici integrato nel tachimetro e che consente al conducente di monitorare costantemente i consumi e molte altre informazioni della vettura, anche quelle del pacco batterie per la ibrida.

suzuki-baleno-2016-test-drive-italiano-prova-su-strada-2017-5 Suzuki Baleno Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive Quando si è alla guida la Suzuki Baleno è molto gradevole per la silenziosità del motore quando si accende la vettura attraverso il pulsante di avvio, una silenziosità che si gradisce poi anche durante la marcia e che non è destinata ad aumentare di molto agli alti regimi. I passaggi di marcia sono consigliati dal computer di bordo che si trova innanzi al nostro sguardo sul tachimetro ed il cambio si presenta confortevole e fluido. Manteniamo costantemente osservato il lavoro effettuato da questa batteria agli ioni di litio che supporta il nostro 1.2 di cilindrata Dualjet da 90 cavalli e vediamo che in fase di frenata e decelerazione si comporta bene recuperando energia. Lo sprint dato da questi 90 cavalli c’è tutto e questo lo testiamo anche nel momento in cui ci immettiamo in autostrada per un breve tratto, utile a capire quanto sia silenziosa la Nuova Baleno anche ad alte velocità poiché non si sentono fastidiosi fruscii aerodinamici ed utile altresì a testarne i consumi. La tenuta di strada è ottimale e ci ha impressionato ancora di più su fondo bagnato dove la Baleno sembra su due binari.

suzuki-baleno-2016-test-drive-italiano-prova-su-strada-2017-3 Suzuki Baleno Test Drive, la prova su strada. News Video Test Drive I consumi della Baleno 2016 SHVS sono quelli che magari più un cliente guarda visto che appunto si sta affacciando nel mondo dell’ibrido. Si consideri che nel misto abbiamo registrato una media di circa 20 chilometri con un litro aiutati sicuramente anche dal sistema tecnologico Start&Stop, sicuramente un dato degno di nota per una vettura adatta magari anche alle piccole famiglie. Se dobbiamo considerare i pro di questa vettura ci sono sicuramente: la visibilità a bordo, il propulsore e la silenziosità di marcia mentre i contro riscontrati sono lo sterzo, la mancanza di un propulsore diesel in gamma e la levetta di apertura del tappo benzina che risulta nascostissima.

In termini economici la Baleno parte da un prezzo di attacco di 14.100 per la versione 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Easy 14.100 per arrivare sino ai 18.100 della 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Top CVT.