La bellissima C3 WRC protagonista assoluta dello stand Citroen al Motor Show.

Il marchio francese presenta al pubblico di fans del Motor Show 2016 la bellissima C3 WRC 2017. Oltre al mostro per i rally Citroen presenta Cactus Overture, Cactus Rip Curle, E Mehari e l’inedita 2CV.

La C3, ovvero una delle sette finaliste tra le quali a marzo sarà scelta l’Auto dell’Anno 2017. è la regna dello stand Citroen al Motor how 2016. Tre esemplari sono a disposizione per una presa di contatto dei visitatori sui piazzali esterni del Motor Show, con una selezione tra il caleidoscopio di nove colori per la carrozzeria e tre per il tetto: una 1.2 Puretech bianca con il tetto rosso, una BlueHDi 100 blu con tetto bianco, una BlueHDi arancione con il tetto nero.

C3 Wrc. La C3 è, dunque, la regina dello stand Citroen al centro del quale, a sottolinearne l’importanza, troneggia la sua evoluzione più dinamica, la C3 Wrc: è la concept già vista al Salone di Parigi, che debutterà a gennaio al rally di Monte Carlo

C4 Cactus Overture. Realizzata sulla base di una C4 Cactus Rip Curl e di una Triumph Street Twin, grazie a un’iniziativa dei colleghi di Dueruote sarà esposta Ouverture , un progetto unico, nato dalla volontà di avvicinare due mondi lontani, quello delle auto e quello delle moto.

C4 Cactus Rip Curl. Riflettori puntati anche una versione speciale della C4 Cactus dedicata al mondo del surf, nell’ambito del quale il marchio di abbigliamento tecnico Rip Curl rappresenta una delle espressioni più conosciute. La Cactus Rip Curl è dotata di serie, tra l’altro, del controllo di aderenza evoluto Grip control. Tra i suoi highlight, l’impiego del bianco per retrovisori e rails e l’adesivo lucido che accosta motivi geometrici al logo Rip Curl firmando il parafango anteriore; stesso motivo sul laterale posteriore, accanto alla scritta Rip Curl in lettere sempre bianche. Nell’abitacolo, dettagli Pulp Orange, in contrasto con il rivestimento interno dei sedili. Sulle moquette, impunture Pulp Orange e un’etichetta con il logo Rip Curl.

E-Mehari. Spazio ovviamente anche all’ecologia, con il remake zero emissioni della Mehari, realizzata con lo specialista francese di auto elettriche Bolloré, lo stesso che ha prodotto le Autolib’ che popolano le strade di Parigi. Costa 25.990 euro, più 87 euro al mese per il noleggio e lo smaltimento delle batterie

2CV. Ovviamente, come sempre più spesso succede, vecchio e nuovo si contaminano, nei Saloni. Specie per i marchi, come la Citroën, che hanno una splendida storia da raccontare. Nei padiglioni di Bologna Fiere ci sono quattro 2CV: la serie speciale Spot bianca e arancio, la 007, dedicata al film “Solo per i tuoi occhi” di cui era una protagonista, una Charleston e una rarissima Sahara 4×4 bimotore.