Solo auto “green oriented” al Los Angeles Auto Show.

Inquinamento e autoveicoli: il dilemma.

I titoli dei giornali nei prossimi giorni: le vetture pulite protagoniste al Salone dell’automobile di Los Angeles. Identiche titolazioni apparivano già nel 2009 quando il mercato americano iniziava ad uscire dalla crisi e sembrano ora, sempre più, manifesti pubblicitari. Quali sono le auto pulite? Quelle elettriche, quelle ibride o quelle a idrogeno? Chi inquina di più la nostra aria, il diesel o la benzina?

Inquina più una piccola city car o un grande suv? Domande a cui tutta l’industria sta cercando di dare risposte concrete al contrario di un sistema politico (non solo italiano) che fa poco o nulla per diffondere le strutture necessarie per utilizzare vetture a impatto ambientale zero.

Un rapporto “ Mind the gap”, finanziato dalla commissione europea , mette in evidenza che le emissioni di CO2 cambiano completamente dalle prove di laboratorio effettuate in condizioni ottimali a quelle testate in strada. E vale per tutti i produttori, anche per nomi altisonanti. Questo è il reale problema, devono essere cambiate le regole misurando, nello stesso modo, le emissioni di CO2 e l’inquinamento dell’aria. A Los Angeles vediamo gli sforzi dell’industria, siamo in attesa di un riscontro concreto dei Governi, senza inseguire nessuna demagogia.