Mercedes-Benz lancia a Monaco di Baviera un nuovo servizio di car sharing privato.

Semplice, sicura ed affidabile. Ad inizio dicembre sarà on line la nuova piattaforma di car sharing firmata Mercedes-Benz.

Il nuovo servizio basato su app si chiama Croove e mette in contatto i privati in possesso di una vettura e chi cerca un’auto da noleggiare. Lanciata in un primo momento a Monaco di Baviera, è aperta alle vetture di tutti i marchi.

Allo stesso tempo, la piattaforma di car sharing peer-to-peer rappresenta un altro progetto nell’ambito della strategia CASE che, partendo da una semplice idea, si sta trasformando in realtà. Il termine CASE riassume l’orientamento strategico adottato da Mercedes‑Benz Cars che riunisce in un unico concetto temi importanti per il futuro quali ‘collegamento in rete’, ‘autonomia’, ‘sharing’ e ‘trazione elettrica’.

Già da tempo, servizi di mobilità innovativi e flessibili fanno parte del modello commerciale/dell’offerta di Daimler AG. L’azienda, che da costruttore premium si sta trasformando in fornitore di servizi di mobilità, continua ad ampliare la propria gamma di offerte. Le persone e le relative esigenze rivestono un ruolo sempre più importante. Con la creazione della nuova piattaforma di car sharing Croove (www.letscroove.com), Mercedes-Benz dà un ulteriore impulso al megatrend della sharing economy, ovvero condividere invece di possedere. Ma qual è la differenza sostanziale rispetto ai modelli di car sharing come car2go? Con Croove, anche privati in possesso di una vettura possono condividere la propria auto.

La piattaforma offre vantaggi ad entrambe le parti. Da un lato, i noleggianti possono trovare velocemente ed in tutta semplicità una vettura in buone condizioni e sicura che soddisfi al meglio le loro esigenze di mobilità, senza dipendere da una stazione di noleggio fissa. Rispetto al noleggio classico, hanno un vantaggio in termini di costi, con la garanzia di poter effettivamente disporre del modello desiderato, e non di uno di una determinata categoria. Dall’altro, i proprietari possono invece ottimizzare l’utilizzo della loro auto, con un conseguente guadagno. “In media, un’automobile è ferma per 23 ore al giorno. Perché non guadagnare qualcosa durante questo periodo di tempo? Il car sharing sarà un elemento chiave per il traffico urbano di domani”, sottolinea Dieter Zetsche, Presidente del Board of Management di Daimler AG e Responsabile di Mercedes-Benz Cars.

Croove è un servizio basato su smartphone. In un primo momento l’apposita app potrà essere scaricata da iTunes Store a partire da dicembre. Poco dopo il lancio saranno disponibili anche una app per Android su Google Play Store ed un sito web in versione desktop per la prenotazione di una vettura. Caratteristiche fondamentali del nuovo servizio sono l’accesso in tutta semplicità e la facilità d’utilizzo. I proprietari creano on line un profilo con i dati della vettura (compresi eventuali equipaggiamenti speciali) ed inseriscono il prezzo di offerta. La app è d’aiuto anche in questo caso. Croove non è legato ad un marchio specifico. Le vetture devono comunque essere in buone condizioni e non superare i 15 anni di età.