Toyota e Mazda: scambio tecnologico per un futuro completamente elettrico.

I due colossi giapponesi in un clima di condivisione, di ricerca e di sviluppo congiunto.

I vertici di Toyota e Mazda, durante l’ultimo meeting a Tokyo, hanno discusso le opportunità di sviluppo e mercato di quello che è il futuro automotive: i veicoli elettrici. I due colossi, in un’intesa e cooperazione basata su ricerca e sviluppo congiunti, hanno trovato insieme 10 potenziali aree di cooperazione.

Akira Marumoto, vice presidente esecutivo di Mazda, ha esposto ai giornalisti presenti in questo meeting/conference di essere coinvolto con Toyota in diverse opportunità, d’altro canto ha rifiutato di fornire maggiori dettagli sui colloqui intercorsi tra le due case, comprese le recenti attività svolte in Messico in merito di un veicolo “figlio” dei 2 brand. Una tendenza quindi, quella delle due case nipponiche, di condivisione e consolidamento dei rispettivi segmenti di mercato.

L’alleanza Toyota/Mazda potrebbe portare ad una svolta significativa, in termini di tecnologia e, senza ombra di dubbio, di mercato. Del resto Toyota non è nuova ad acquisizioni basate sullo sviluppo futuro di nuove tecnologie:  da Daihatsu a Suzuki Motor Corp. Le “intese” sono punti focali nelle to-do list manageriali di Toyota. Toyota è anche proprietaria di maggioranza di Hino Motors, la più grande azionista di Subaru ed è coinvolta anche con Fuji Heavy Industries e Isuzu Motors.

Il tutto per arrivare ad un obiettivo congiunto: il massimo automatismo nella guida di auto elettriche. Del resto il Giappone è famoso per la propria ingegneria elettronica e per la cyber life, ovvero essere autisti di un mezzo con proprie capacità di gestione. Potrebbe essere un futuro lontano, ma stando a questi meeting potrebbero volerci solo pochi anni, ed alla fine l’auto si guiderà completamente da sola.