Boom di consensi nella 45a edizione del Trofeo delle Industrie.

Al via a Lonato il Trofeo delle Industrie.

Questo weekend il South Garda Karting di Lonato ospita la 45a edizione del famoso Trofeo delle Industrie.

Con l’organizzazione di Parma Motorsport, al circuito South Garda Karting di Lonato è iniziato il 45° Trofeo delle Industrie, pronto a festeggiare un altro primato nella sua lunghissima storia iniziata nel 1971, e anche a stupire con un parterre di piloti di prim’ordine e il suo nuovo record di presenze con ben 214 piloti. Al via dell’evento inserito nel calendario internazionale CIK-FIA, sono quattro le categorie in pista, con una grande affluenza anche nella categoria regina, la KZ2, che fra l’altro presenta un bel numero di protagonisti fra i 68 piloti iscritti. Categoria piena anche per quanto riguarda la 60 Mini, con 72 piloti, e la OK Junior con 52 iscritti, oltre alla Prodriver con 22 piloti fra Under e Over. Paddock pieno quindi a Lonato e anche molto animato, dove già si respira una gran voglia di emergere per conquistare un posto di prestigio nel più ricco albo d’oro del karting che appartiene a questa manifestazione. Presenti anche molte case ufficiali e i team più qualificati, con piloti provenienti da ben 27 paesi. Intanto venerdì 28 ottobre si sono svolte diverse serie di sessioni di prove libere in vista delle prove ufficiali e le manches di qualificazione di sabato. E i primi riscontri cronometrici offrono già un bel confronto di prim’ordine. In KZ2 la “zampata” finale nella giornata di prove è stata quella di Enrico Bernardotto (CKR-Tm), già vincitore del recente Trofeo d’Autunno di Lonato, unico a scendere sotto il muro di 46” con il tempo di 45.973 proprio nell’ultimo turno di prove. Fra i più veloci si sono fatti vedere anche i due alfieri di Maranello Kart Tommaso Mosca (più veloce in due turni) e Massimo Dante, oltre al campione europeo Fabian Federer su CRG-Modena, il giovane olandese Max Tubben su CRG-Tm, Giuseppe Palomba su Croc-Modena, Lorenzo Giannoni su CKR-Tm. In evidenza anche Mirko Torsellini al rientro con la squadra ufficiale CRG. Nella OK Junior il più veloce è stato il neo campione italiano Marzio Moretti su Tony Kart-Vortex del team Baby Race in ben due sessioni di prove, con il miglior tempo in 48.046, seguito dal danese Larsen Gerner su FA-Vortex in 48.116 di AF Competition. Nell’affollata e combattuta 60 Mini, il miglior crono assoluto l’ha ottenuto Alfio Spina su CRG-Tm del Team Gamoto in 54.605, più veloce in tre sessioni, ma in evidenza si sono posti anche Andrea Kimi Antonelli su Energy-Tm del Team Giugliano, migliore in altre quattro sessioni, il russo Nikita Bedrin su Tony Kart-Tm di Baby Race migliore in altre tre sessioni, quindi Leonardo Caglioni su Evokart-Tm e il sudafricano Saood Variawa su Kosmic-Tm di Ward Racing. Nella Prodriver Under il duello di vertice è fra Nicolò Zin su CKR-Tm più veloce in due turni con il miglior tempo in 47.434, e Luca Bombardelli su Maranello-Tm migliore nelle altre due sessioni. Nella Prodriver Over è il campione italiano 2015 Andrea Tonoli su CRG-Tm ad aver realizzato il miglior tempo in 47.534.