Dalle Heats emergono i primi verdetti della ROK Cup International Final.

Venerdì ricco di attività a Lonato nella ROK Cup International Final.

Giornata densa di attività al South Garda Karting di Lonato, dove i 422 “Rokkers” impegnati nella finale internazionale ROK hanno disputato la maggior parte delle batterie di qualificazione.

L’elevato numero di partecipanti per ogni categoria ha costretto l’organizzazione a “spalmare” il programma delle Heats in addirittura tre giorni, queste infatti termineranno domattina prima delle finali. La Mini finora vede tra i favoriti Evann Mallet, Gabriele Minì, Luca Bosco, il quale sta rispettando ampiamente le aspettative di inizio weekend, la grande sorpresa di questa seconda parte di 2016 Ugo Ugochwuku e il campione italiano della ROK Pietro Delli Guanti. Occhi aperti anche nei confronti degli outsider, come l’americano Zak O’Sullivan o l’alfiere del GForce Racing Hayen Lupifieri, entrambi molto regolari finora. Nella Junior si profila il duello tra Jacopo Guidetti e il campione nazionale Danny Carenini. Tenteranno di infilarsi nella lotta anche il figlio d’arte Jack Doohan, il cui padre Mick non ha di certo bisogno di presentazioni, il lituano Gustas Grinbergas ed il nostrano Alessandro Brigatti finora molto regolare nelle batterie. Dal canto loro Simone Favaro e Michael Muller proveranno ad impedire a Szymon Szyszko (quest’oggi a secco di vittorie) di bissare il trionfo del 2015 in Senior ma il campione in carica, oltre che con il duo italo-svizzero, se la dovrà vedere anche con un Cristian Comanducci in grande spolvero nella giornata odierna. Le tre Manche della Super, invece, hanno incoronato Riccardo Cinti come poleman, davanti ad Andrea Moretti e Peter Bielefeldt, il quale dividerà la seconda fila con Fabrizio Boldoni. 5° Marco Moretti. Regna l’incertezza nella Shifter, che finora è stata caratterizzata dalla lotta a distanza tra Gaetano Di Mauro e Nicola Marcon già campione italiano nella finale di Adria. Insieme a loro risaltano i nomi di Kristijan Habulin e dell’ex pilota Ferrari F1 Rubens Barrichello, che con Birel ART sta scoprendo una seconda giovinezza.