Ferrari Dino potrebbe diventare realtà nel 2019.

Ferrari ridà voce al mito con una nuova Dino.

Attesa nei saloni per il prossimo biennio e nei concessionari per il 2019, la Ferrari Dino potrebbe essere un unicum nella produzione moderna di Maranello.

Era il 1968 quando dalle officine Ferrari usciva il primo esemplare della Dino 206 GT. Da lì altri quattro modelli che, complice la loro esclusività, nel tempo sono divenute le auto più ambite dai collezionisti di tutto il mondo. Questo ha creato un mito, che potrebbe rinascere nel prossimo triennio, dal momento che a Maranello sarebbero pensando ad una vettura per un segmento di mercato diverso da quello a cui il Cavallino ci ha abituati finora. La nuova Dino, infatti, diverrebbe avversaria delle sportive di casa Porsche (911). La vettura sarebbe dotata di un 6 cilindri bi turbo derivato dalla Giulia Quadrifoglio a cui verrebbero applicati degli aggiornamenti che gli consentirebbero di superare il tetto dei 510 cavalli. Pur mantenendo gli elevatissimi standard qualitativi tipici delle Rosse, la Dino, che come in passato farà marchio a sé, avrà un prezzo non superiore ai 130 mila euro. Se da una parte questa mossa sbiadisce quell’esclusività tipica del brand di Maranello, dall’altra risponde alla necessità di allargare gli orizzonti anche ai nuovi mercati.