A Sant’Egidio alla Vibrata tanto spettacolo nel sabato delle Heats.

Le Manches del sabato danno i propri verdetti.

Cesetti sorprende nelle manches in KZ2. Moretti e Genisi duello in OKJ. Spina e Minì in lotta nella 60 Mini.

L’ultima prova del Campionato Italiano ACI Karting ha già espresso una bella competitività nelle manches di qualificazione per la fase finale di domenica 16 ottobre al Kartodromo Val Vibrata di Sant’Egidio (Teramo), nell’appuntamento conclusivo che assegnerà i titoli Tricolore di categoria. Proprio la KZ2 ha intanto espresso una bella sorpresa nella prima delle due manches di sabato, con la vittoria andata con merito a Sauro Cesetti, bravissimo sull’asfalto ancora umido dopo la pioggia della notte. Il pilota marchigiano, su Intrepid-Tm, nella prima manche è riuscito a imporsi davanti all’altrettanto bravo Stefano Cucco su Praga-Tm, mentre il poleman Celenta ha dovuto accontentarsi della terza posizione. Particolarmente combattivo anche Marco Pastacaldi, su Maranello-Tm, quarto sul traguardo dopo essere stato in testa e autore di alcuni scambi di posizione con Cucco, fino a quando Cesetti non ha preso il sopravvento. Spettacolari le battaglie nella OK Junior, dove è riuscito a vincere la prima manche il leader di classifica Marzio Moretti su Tony Kart-Vortex in volata e dopo una serie di scambi di posizioni in testa con Nicolò Genisi (Formula K-Tm), fra i quali ha cercato di inserirsi anche Giuseppe Fusco, con il telaio Lenzokart, poi terzo sul traguardo. La seconda manche è stata più regolare, con Moretti sempre in testa e vittorioso su Fusco che proprio nel finale ha superato Genisi al termine di un paio di scambi di posizione. Quarto ha concluso Edoardo Morricone (Tony Kart-Vortex), quinto Andrea Rosso (BirelArt-Tm). Combattutissime le manches della 60 Mini. Il leader di classifica Gabriele Minì (Energy-Tm) ha guadagnato il successo nella prima manche, concludendo poi al quarto posto la sua seconda manche. Successo pieno invece per Alfio Spina (CRG-Tm), poleman in prova e vincitore di due manches, che occupa la quinta posizione in campionato. Il maggior rivale di Minì per il campionato, Leonardo Caglioni su Evokart-Tm, dopo il decimo tempo in prova ha ottenuto un secondo e un terzo posto nelle due manches. Le prime due file dello schieramento di partenza della prima finale sono composte da Spina e Minì, seguiti da Caglioni e Luca Bosco (Tony Kart-Tm).