Chrysler sposa il progetto di guida autonoma di Google.

Dopo Lexus, anche Chrysler appoggia il progetto di Google per la guida autonoma.

Chrysler consegna a Google i primi veicoli che verranno dotati di guida autonoma.

Chrysler ha deciso di appoggiare il progetto legato alla guida autonoma messo in piedi da Google fornendo una flotta della sostituta della Grand Voyager, la Pacifica. Le vetture con motore plug-in hybrid affiancheranno le 24 Lexus RX450h e i 34 prototipi made by Google. Rispetto alle Lexus, la novità sta nell’invasività del complesso di telecamere, radar e sensori, meno ingombrante rispetto al passato. I veicoli, oltre al distretto di Mountain View, quartirer generale di Google, agiranno ad Austin, Kirkland e Phoenix. La flotta di Big G finora ha coperto una distanza di 2 milioni di miglia negli ultimi sette anni, ben 220 in meno rispetto a Tesla, che però non è dotata di guida totalmente autonoma ma dell’AutoPilot che negli ultimi giorni ha destato non poco scalpore (leggi qui).