Una penalita’ in pre finale vanifica gli sforzi di Bosco nella WSK Final Cup.

Non c’è stato il tanto atteso lieto fine per Luca Bosco nella stagione targata WSK Promotion.

Nella WSK Final Cup, ultimo appuntamento stagionale per quanto riguarda gli eventi organizzati dal promotore Luca De Donno, il portacolori italiano del team Baby Race non ha potuto combattere sino alla fine per le posizioni che più gli competono nella finalissima della categoria 60 Mini a causa di una penalità inflittagli dai commissari sportivi nelle verifiche successive alla Prefinale, a causa dello “sgancio” dello spoiler anteriore. Questo episodio sfortunato ha dunque limitato il risultato finale che il forte pilota italiano del team bresciano si era prefissato per questo appuntamento di Adria.

Il weekend era iniziato in maniera comunque positiva per Bosco con l’ottava posizione di gruppo nelle Prove Ufficiali. Questo trend veniva poi confermato in due delle quattro Manches di qualificazione alla Pre Finale, chiuse in sesta e quarta posizione, mentre nelle restanti purtroppo  Bosco non riusciva ad andare oltre alla ventiduesima e ventiquattresima posizione, a causa di alcuni contatti dei quali era vittima. La trentesima posizione nella graduatoria costringeva Bosco dunque agli straordinari in Prefinale B, al termine della quale riusciva comunque a strappare la qualificazione alla Finale. Lo sgancio dello spoiler, dovuto ai contatti nelle fasi concitate della gara, gli costava però cinque secondi di penalità, comminati dai Commissari Sportivi, sul tempo complessivo di gara che lo facevano arretrare in classifica generale escludendolo, di fatto, dalla griglia di una Finale ampiamente meritata da parte del pilota italiano.

Luca Bosco: “Fallire l’ingresso in Finale per una penalità è frustrante, ma le gare sono fatte così e devo accettarlo. Sono rammaricato perché il potenziale per fare bene c’era e noi lo abbiamo dimostrato sin dalle prove libere. Il lato positivo di queste vicende è che nel karting si impara da qualsiasi episodio. Ora non vedo l’ora di arrivare a Sant’Egidio alla Vibrata per disputare l’ultimo appuntamento dell’Italiano Karting e poter dunque ritornare nei piani alti della classifica della 60 Mini.”

Archiviata la WSK Final Cup di Adria, Bosco avrà dunque ora due settimane per staccare la spina e ritrovare la concentrazione in vista dell’ultimo round dell’Italiano Karting al Kartodromo Val Vibrata (TE), dove potrà rifarsi della sfortuna patita nelle ultime gare a cui ha recentemente preso parte e puntare nuovamente ad una posizione TOP.

Bosco Una penalita’ in pre finale vanifica gli sforzi di Bosco nella WSK Final Cup. KART ADVISOR News