Leclerc confermato dalla FDA, ma Arrivabene…

Charles Leclerc in FDA anche nel 2017.

C’è più di una semplice conferma dietro alle parole spese da Maurizio Arrivabene sul conto di Charles Leclerc.

In Malesia è arrivata la conferma, per la verità nell’aria almeno dalla pausa estiva, della conferma di Charles Leclerc nella Ferrari Driver Academy, della quale è la punta di diamante. A parlare è stato proprio il Team Principal Maurizio Arrivabene, il quale in realtà non si occupa direttamente dei giovani Ferrari, mansione questa spettante a Massimo Rivola. “Charles non ha problemi, è un grande talento, ma non vogliamo che bruci le tappe, sarebbe troppo pericoloso”. Cosa significa bruciare le tappe, specie se si pensa che Leclerc abbia la stessa età di Max Verstappen, che in F1 ha già due stagione alle spalle una vittoria all’attivo? Leggendo tra le righe, si comprende come Arrivabene abbia messo a tacere le voci secondo le quali il monegasco sarebbe stato affiancato a Romain Grosjean in Haas al posto di Esteban Gutierrez. Una mossa, quella del passaggio dell’ex campione europeo in F1, ai limiti della Fanta Formula 1, per almeno due motivi: in primis l’ingombrante presenza dei fondi messicani alle spalle di Gutierrez, in secondo luogo perché la FDA, almeno per i piloti che ha portato in Formula 1, è un progetto in controtendenza rispetto alla moda dell’enfant prodige di casa Red Bull; Sergio Perez e il compianto Jules Bianchi docent.