Pujatti vince la Finale Internazionale della Champiokart.

Bis internazionale nella Championkart per il pilota friulano che a Lignano vince la Mini Academy.

Era il suo obiettivo e alla fine lo ha colto in pieno. Nicholas Pujatti festeggia, per il secondo anno consecutivo, la vittoria nella Finale Internazionale Championkart. Se l’anno scorso la vittoria era arrivata nella categoria Baby, quest’anno la vittoria è arrivata nella maggiormente competitiva categoria Mini Academy. Già dall’ultima tappa della Championkart, Pujatti aveva fatto intendere che in questo finale di stagione il suo stato di forma e di concentrazione era ottimale e proprio grazie a questo punto di forza il friulano era sceso in pista questo week end sul Circuito Internazionale Friuli Venezia Giulia di Precenicco (UD) per puntare al prestigioso risultato internazionale.

Da subito molto concentrato, Nicholas otteneva la pole position in qualifica e una meritata vittoria, con distacco, in Pre Finale a dimostrazione che l’obiettivo della vittoria finale era il suo unico obiettivo. A rimescolare le carte in tavola anche il meteo inclemente che faceva disputare warm up, qualifica e Pre Finale su fondo bagnato riservando l’asciutto e un pallido sole per la finalissima. Al via della manche finale Pujatti scattava benissimo guadagnando subito qualche metro sulla diretta avversaria, l’olandese Webb. Di lì a poco una gara che sembrava nettamente nelle sue mani, si animava per il ritorno veemente del veloce Trentin che, giro dopo giro, si portava nella scia del pilota friulano. Da metà gara in poi la lotta tra i due si faceva incandescente con più di uno scambio di posizione, ma alla fine era proprio Pujatti a risolvere a suo favore la sfida sotto la bandiera a scacchi vincendo per soli 56 millesimi. Una vittoria strameritata, ma molto sofferta, che lo ripaga di tutti gli sforzi e l’impegno profusi nel corso della stagione.

Nicholas Pujatti: E’ stata una gara fantastica Vincere la Finale Internazionale per due stagioni consecutive è davvero emozionante. Dopo il secondo posto in campionato ci tenevo moltissimo a questa vittoria. Trentin e stato bravissimo e davvero ho temuto di perdere sul finire della corsa. E’ stata davvero una grande stagione. Grazie alla mia famiglia, al mio team, al mio meccanico…non sono descrivere la mia emozione.”