Diramata la prima bozza del calendario F1 2017.

Nuovo calendario e cambiamenti regolamentari per la F1 in vista del 2017.

La Federazione Internazionale dell’Automobile ha presentato la prima bozza del prossimo calendario sportivo.

La FIA ha reso nota la prima bozza del calendario 2017, oltre che alcuni cambiamenti sul regolamento sportivo. Si parte il weekend del 26 marzo in Australia, come avviene ormai dal 2010, quando si iniziò in Bahrain con la vittoria di Fernando Alonso in Ferrari, e si proseguirà in Cina, invertita col Bahrain stesso. La prima gara europea sarà come di consueto in Spagna, il 14 di maggio. Luglio sarà il mese più denso di attività con ben quattro eventi. La racing season si chiuderà ad Abu Dhabi il 26 di novembre. Diverse le modifiche al regolamento sportivo, su tutte la partenza in caso di pista bagnata. Terminati infatti i giri dietro alla Safety Car, si avvierà la normale procedura di partenza. In caso di uso di più componenti meccaniche soggette a retrocessioni, solo l’ultimo utilizzato potrà essere montato nella gara successiva senza incorrere in penalità. Visto il cambio radicale delle vetture 2017, le prime sette gare saranno a mescole bloccate; il fornitore assegnerà due set della specifica mescola più dura, quattro set di specifica mescola media e sette serie della specifica mescola più morbida.  I piloti, infine, avranno a disposizione un solo cambio di livrea del casco, in occasione della gara di casa (uno in più se cambiano team).

Calendario 2017

26 Marzo – Australia (Melbourne)
9 Aprile – China (Shanghai)
16 Aprile – Bahrain (Bahrain)
30 Aprile – Russia (Sochi)
14 Maggio – Spain (Barcelona)
28 Maggio – Monaco (Monte Carlo)
11 Giugno – Canada (Montreal)*
18 Giugno – Azerbaijan (Baku)
2 Luglio – Austria (Spielberg)
9 Luglio – United Kingdom (Silverstone)
23 Luglio – Hungary (Budapest)
30 Luglio – Germany (Hockenheim)*
27 Agosto – Belgium (Spa-Francorchamps)
3 Settembre – Italy (Monza)
17 Settembre – Malaysia (Sepang)
1 Ottobre – Singapore (Singapore)
8 Ottobre – Japan (Suzuka)
22 Ottobre – USA (Austin)
5 Novembre – Mexico (Mexico City)
12 Novembre – Brazil (Sao Paulo)*
26 Novembre – United Arab Emirates (Abu Dhabi)

*Da confermare