Abarth macina km in vista dell’esordio sportivo della 124.

Abarth prosegue la preparazione su strada della 124 da competizione.

Ritorno al passato per Abarth, pronta a far debuttare in pista il restyling della gloriosa 124.

Proseguono a ritmo serrato i test dell’Abarth 124 Rally, vettura che segna il rientro della Casa dello Scorpione in questa affascinante e impegnativa specialità, con un’auto competitiva e adatta alle esigenze dei team e dei piloti privati. Dopo i tanti chilometri macinati nel Centro Sperimentale di Balocco, l’Abarth 124 Rally ha affrontato un percorso rallystico nell’entroterra sanremese. E proprio su queste strade, teatro per anni della scena mondiale della specialità, che i Team hanno potuto gustare in anteprima le spettacolari caratteristiche tecniche dell’auto a fianco dei piloti e dei collaudatori che stanno sviluppando la vettura in vista degli impegni agonistici della prossima stagione. Abarth 124 Rally sarà omologata nella categoria R-Gt e può pertanto partecipare a tutte le competizioni internazionali e alla maggior parte di quelle nazionali. Abarth sta approntando un trofeo promozionale basato sulla partecipazione a 7 gare valide per il Campionato Italiano Rally, e un challenge internazionale, il cui calendario verrà stabilito scegliendo gli eventi tra le prove più significative dei calendari nazionali. Con quest’auto intende avviare un programma rivolto ai propri clienti e sta mettendo a punto molte iniziative a favore dei piloti e dei team che sceglieranno la 124 rally. Sotto il cofano si nasconde il motore 1800 cm3 bialbero turbo a iniezione diretta. Grazie alle diverse mappature selezionabili, garantisce una potenza fino a 300 CV a 6500 giri e un’ottimale curva di coppia, elemento fondamentale per permettere al pilota il bilanciamento con sterzo e acceleratore in sovrasterzo. Le prestazioni sono mozzafiato, e le accelerazioni brucianti vengono sottolineate dal sound pieno e coinvolgente. Lo sviluppo è stato pensato per garantire affidabilità e prestazioni anche nelle condizioni estreme tipiche dei rally: ghiaccio, terra, polvere, acqua, alte temperature.
Anche la trasmissione è stata sviluppata per esaltare le prestazioni: il motore è infatti accoppiato a un rapido cambio sequenziale a 6 marce con shift paddles e la motricità è garantita anche dal differenziale autobloccante meccanico.