Un contatto di gara esclude Luca Bosco dal podio dell’Italiano Karting.

Sul circuito di Triscina, un duro contatto di gara nella Finale esclude il pilota della Baby Race della TOP 3.

Luca Bosco chiude con un risultato inferiore alle sue aspettative il week end di Triscina, teatro della quarta tappa del Campionato Italiano Karting. Per il forte pilota italiano del Team Baby Race si è trattato di un week end nuovamente compromesso sul finale da un duro contatto di gara che lo ha privato di un potenziale ottimo posizionamento finale, vedendolo concludere solo in 16a posizione assoluta nella categoria 60 Mini. Il disappunto per l’esito di Gara 2 cresce ancora di più se si tiene in considerazione che Bosco è risultato, molto spesso nel corso del week end, uno dei piloti più veloci sul tracciato siciliano.

Già nelle sessioni di prove libere infatti il pilota del team bresciano era in grado di occupare sempre la TOP 10 conquistando un terzo, un sesto e due volte un nono tempo di categoria. Nelle qualifiche Bosco emergeva nuovamente ottenendo un ottimo nono posto che lo ben posizionava per il via delle tre manche di qualificazione, nelle quali Bosco dava il meglio di se ottenendo, per ben due volte, il terzo posto al quale aggiungeva un decimo posto. Grazie a questo ottimi risultati Bosco scattava in Gara 1 in nona piazza, concludendo poi decimo sotto la bandiera a scacchi mentre in Gara 2 scattava benissimo andando presto ad occupare la terza piazza, per poi venire urtato e spedito nelle retrovie da un pilota avversario. Un vero peccato dunque per il pilota italiano che, senza questo contatto di gara, avrebbe potuto puntare al podio assoluto.

Luca Bosco: “È stato un weekend buono sotto il punto di vista della velocità. Alla fine ci siamo assicurati dei punti importanti che mi hanno consentito di fare un buon salto in avanti in classifica. Peccato davvero per la Gara 2 dove avrei probabilmente conquistato uno dei gradini del podio. Nella prova finale di Val Vibrata farò del mio meglio per chiudere la serie tricolore nel migliore dei modi “.

Archiviata la trasferta siciliana, Bosco si preparerà ora dunque per le due settimane “clou” dell’anno: il final round dell’italiano karting, in programma sul kartodromo abruzzese il 16 ottobre ,e la ROK International Final attesa la settimana successiva sul tracciato South Garda di Lonato.