A Oschersleben CRG fa quasi piazza pulita.

Anche la Germania sorride ai colori CRG, che nel DKM fanno 7 su 8.

Tanto spettacolo nel quarto e penultimo appuntamento del campionato di kart più importante di Germania andato in scena nel kartodromo di Oschersleben.

Continua il momento d’oro per i colori CRG che, dopo aver vinto sette giorni fa il Mondiale KZ e la KZ2 Super Cup, hanno ottenuto sette vittorie su otto nel penultimo appuntamento del Deutsche Kart Meisterschaft ad Oschersleben. Tre le classi impegnate, DJKM (OKJ), DKM (OK), e DSKM (KZ2) più la “Open” DSKC, categoria shifter dedicata ai piloti con licenza C. Nella “Junior” a vincere Gara 1 è stato Leonardo Marseglia, unico non CRG, al suo primo successo dopo il salto dalla 60 Mini. La freccia pugliese ha battuto Mads Hansen, Dennis Hauger, Sami Taoufik e Marius Zug. Nell’altra corsa a tagliare per primo il traguardo è stato Hauger, davanti a Zug, Taoufik, Marseglia stesso e Kas Haverkort. Battuta a vuoto importante per Charles Milesi, che porta all’ultimo round la lotta per il titolo con il norvegese Hauger. In DKM Paavo Tonteri si è dimostrato praticamente imbattibile, piegando in Gara 1 la concorrenza di Tim Troger, Noah Milell, Luca Lippkau e David Brinkmann; in Gara 2 ha invece regolato le aspettative del duo Tony Kart formato da Clement Novalak e Jean-Baptiste Simmenauer, di Lippkau e Troger. Nella classe regina, la DSKM, Jorrit Pex ha consolidato la leadership in campionato vincendo nella prima corsa davanti a Patrik Hàjek, Marco Ardigò, John Norris e Davide Forè. Nell’altra Finale a tagliare per primo il traguardo è stato il fratello più piccolo di Jorrit, Stan, davanti ad Hàjek, Pex stesso, Ardigò e Forè. Nella Shifterkart Cup, infine, doppietta per il portacolori di CRG Holland Max Tubben. I piloti avranno ora due settimane di stop prima del closing round della serie a Kerpen.