Kristianstad è feudo CRG: bis iridato! In KZ suona l’inno di Mameli.

Paolo De Conto e Pedro Hiltbrand si sono spartiti i successi nel Mondiale KZ e nella KZ2 Super Cup.

Sventolano le bandiere CRG e il tricolore italiano in Svezia nella tappa unica del Mondiale KZ e della KZ2 Super Cup.

L’Asum Ring ha emesso i propri verdetti: Paolo De Conto e Pedro Hiltbrand hanno vinto il titolo iridato KZ e la KZ2 Super Cup, portando al quartier generale CRG i due titoli più importanti del karting a marce. Per gli All Blacks è stato un weekend che rimarrà a lungo impresso nella memoria, visto che in KZ2 il costruttore bresciano ha addirittura calato il poker. De Conto, al secondo anno alla corte di Giancarlo Tinini, questa volta non si è fatto sfuggire l’iride, lo scorso anno sottrattogli all’ultimo respiro da Jorrit Pex, offrendo una prestazione maiuscola. Dopo uno start non ottimale, nel quale è stato passato da Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex) e da Anthony Abbasse (Sodi/TM), il pilota nostrano ha saputo attendere il momento propizio per infilare nuovamente il francese su Sodi e il campione europeo Ardigò, che completano il podio. La 4a piazza è andata ad uno dei favoriti dopo le Heats Bas Lammers (Sodi/TM), seguito dai due CRG factory di Simo Puhakka e Arnaud Kozlinski. Più staccato Lorenzo Camplese (Parolin/TM), che nel finale ha tenuto a distanza Jerémy Iglesias (Sodi/TM) e Stan Pex (CRG/Vortex). Completa la top10 Guust Specken, outsider della categoria, che col proprio Gillard/Vortex si è messo alle spalle diversi piloti factory. Amara, invece, la finale di Davide Foré (Righetti Ridolfi/TM), costretto ad abbandonare anzitempo la contesa. Forte della vittoria nell’europeo in OK, Hiltbrand si è presentato in KZ2 con l’obiettivo ben chiaro di far segnare doppietta. Così è stato, al termine di una Finale che lo ha visto in lotta con il team mate Felice Tiene (CRG/TM) e Tommaso Mosca (Maranello/TM), poi ritiratosi. Il napoletano Tiene, dopo aver condotto le danze per diversi passaggi, è poi precipitato ai piedi del podio a vantaggio di Fabian Federer (CRG/Modena) e Benjamin Tornqvist (CRG/TM). Matteo Viganò (Top Kart/Parilla) è stato il primo dei non CRG, e ha concluso davanti a John Norris (Tony Kart/Vortex) e al tandem francese formato da Tom Leuillet (Sodi/TM) e Paolo Besancenez (Tony Kart/Vortex). Il tedesco Daniel Stell (CRG/Modena) e Marijn Kremers su Birel ART/Parilla ultimano la top10.

Credit photo: CIK FIA – KSP

Classifica completa: KZ e KZ2.