Nissan Qashqai 2016 Test Drive

La prova su strada della Nissan Qashqai seconda generazione: il design, i motori, gli allestimenti, le versioni ed i prezzi del famoso Suv Nissan.

La Nissan Qashqai è sicuramente uno dei modelli di maggior successo del marchio nipponico. Il segreto del suo successo, come recita il titolo di un famoso film, è il corretto mix tra una normale vettura berlina e  un moderno suv, che ha reso questo modello un best seller nella categoria. Di recente è stata presentata questa sua seconda generazione con la quale ovviamente la Casa orientale punta a confermare i successi ottenuti con la prima.

Per raggiungere questo ambizioso obiettivo Nissan non ha lesinato: sono state infatti apportate modifiche al reparto sospensioni per renderla più divertente e sicura alla guida, è stata creata un’estetica moderna e dinamica, una carrozzeria allungata, allargata ed abbassata per far apparire la Quashqai ancor più stabile ed infine sono stati introdotti i nuovi motori turbo.

Dal punto di vista del design sono davvero notevoli le differenze estetiche rispetto alla prima generazione: questo nuovo Nissan si mostra infatti con un design molto più dinamico e giovanile, soprattutto nella sua parte frontale. Tutta la visuale anteriore è caratterizzata dalla grande calandra a “V” che prosegue nelle nervature del cofano facendo sembrare la carrozzeria più larga e bassa di quanto sia in realtà. Molto accattivante risulta all’occhio anche il disegno dei gruppi ottici anteriori con luci diurne a LED.

nissan-qashqai-prova-2016-2017-test-drive-recensione-02 Nissan Qashqai 2016 Test Drive News Video Test Drive Per le versioni più accessoriate, denominate Tekna, saranno invece di serie i fari in tecnologia full LED che garantiscono tanta visibilità in qualsiasi condizione ed un assorbimento di corrente decisamente minore a quello delle tradizionali lampadine. Passando alla fiancata laterale troviamo una linea di cintura alta che trae ispirazione da quella della generazione precedente con una parte rialzata in corrispondenza del terzo montante. Ulteriore dinamismo è garantito dalla nervatura nella parte bassa e dai grandi cerchi in lega, disponibili fino a 19 pollici di diametro. Gradevole all’occhio pure il posteriore anche se forse risulta essere la parte meno originale della vettura. Sulla sommità del lunotto trova posto uno spoiler specificatamente studiato per aumentare il l’aerodinamica e ridurre i consumi al quale si associano dei deviatori di flusso collocati ai lati.

nissan-qashqai-prova-2016-2017-test-drive-recensione-01 Nissan Qashqai 2016 Test Drive News Video Test Drive Metro alla mano la nuova Nissan Qashqai è cresciuta di 5 centimetri in lunghezza, si è allargata di due e si è abbassata di uno. Le misure sono quindi ora di 4 metri e 38 centimetri in lunghezza, 1 metro e 81 centimetri di larghezza ed infine 159 centimetri in altezza. Grazie a questi cambi dimensionali Il bagagliaio della  Nissan Qashqai, offre ora una capacità di carico di 430 litri con i sedili posteriori in uso che possono però aumentare fino a 1533 litri, abbattendo gli schienali e caricando fino alla soglia del tetto. Entrando all’interno dell’abitacolo di questa seconda generazione del Suv nipponico si percepisce subito una qualità maggiore rispetto a prima versione e gli assemblaggi risultano, già a prima vista, eseguiti con più cura. In abitacolo c’è spazio in abbondanza per cinque occupanti che possono sfruttare il notevole spazio sopra la testa ed essere a proprio agio anche con le gambe, vista la distanza dei sedili anteriori dal divanetto posteriore. Piacevole esteticamente anche il design del cruscotto, che nella parte alta è dominato dal nuovo sistema di infotainment Nissan Connect che permette di interagire col proprio smartphone per gestire file musicali, chiamate e molte altre funzioni interattive. Un nota invece di minor merito all’volante che risulta un po’ anonimo malgrado le tre razze tendano a concedere un tocco di sportività. Molto comodi i nuovi sedili, opportunamente ridisegnati per aumentare il confort soprattutto nei lunghi viaggi senza venir meno al necessario supporto laterale, utile nelle curve.

nissan-qashqai-prova-2016-2017-test-drive-recensione-03 Nissan Qashqai 2016 Test Drive News Video Test Drive Modifiche importanti per la gamma motorizzazioni della Nissan Qashqai che ha subito un profondo rinnovamento ed è oggi composta solamente da propulsori turbo: due benzina e due a gasolio. Il range di scelta spazia dall’1.2 DIG-T da 115 cavalli, al 1.6 DIG-T da 163 CV a benzina e dal dCi da 1.5 da 110 cavalli e 1.6 da 130 cavalli a gasolio. I progettisti Nissan hanno lavorato a lungo anche sul reparto sospensioni per aumentare tenuta di strada e il feeling di guida. Per le Qashqai dotate di trazione integrale è stato realizzato infatti uno specifico schema Multilink per le sospensioni posteriori. Nuovo anche il servosterzo elettronico che è ora regolabile su due differenti livelli di servoassistenza: Normal per la guida di tutti i giorni e per facilitare le manovre nei parcheggi e Sport per un controllo maggiore della vettura nei percorsi tortuosi.

I sistemi elettronici presenti di serie sono anche l’Active Ride Control, l’Active Engine Brake e l’ Active Trace Control. Il primo interviene sull’impianto frenante per mantenere stabile l’assetto in marcia evitando l’affondamento del muso, il secondo aumenta il freno motore ed infine il terzo vuole essere una sorta di differenziale a controllo elettronico per limitare il sottosterzo e permettere di chiudere la traiettoria in curva. Numerosi anche i dispositivi per la sicurezza attiva, come ad esempio il sistema di frenata d’emergenza, l’avviso per i punti ciechi, il sistema per prevenire urti frontali e con oggetti in movimento, quello per la lettura dei segnali stradali e molti altri. Ampia comunque in generale la dotazione di serie della Qashqai, che comprende le luci diurne a led, il climatizzatore manuale, la connettività Bluetooth, il sistema hill holder per le partenze in salita, il sistema di infotainment con schermo a colori da 5 pollici e sistemi per la sicurezza attiva e passiva come i sei airbag, l’indicatore della pressione delle gomme, il cruise control, il limitatore di velocità ed infine il telaio “attivo”. Dal punto di vista dinamico la Nissan Qashqai, nella sua versione dCi 110 cv turbo diesel, garantisce un ottimo piacere di guida: il propulsore non assicura prestazioni mozzafiato ma possiede brio adeguato quando necessario.

nissan-qashqai-prova-2016-2017-test-drive-recensione-05 Nissan Qashqai 2016 Test Drive News Video Test Drive Il comfort di marcia è di ottimo livello, grazie anche alla fluidità del cambio a sei rapporti e alla frizione comoda da usare. Ci ha stupito la visibilità perimetrale sempre garantita grazie ai montanti poco invasivi e alla telecamera che inquadra la vettura a 360°. La guidabilità in città è buona nonostante le misure sicuramente non da citycar. Lo sterzo, regolabile in durezza, rende la vettura agile e maneggevole anche nei percorsi tortuosi, mentre i freni hanno un buon mordente e ottima modulabilità. Fuori dal traffico cittadino la Qashqai  ci ha stupito per i consumi che si attestano intorno ai 20 km al litro. Da notare che la nuova Nissan Qashqai è comunque parca in ogni condizione: nel ciclo misto infatti ci siamo avvicinati ai 16 km/l.

Complessivamente dunque la nuova Qashqai è davvero un prodotto molto soddisfacente e trasversale nel suo potenziale utilizzo quotidiano, e siamo convinti che darà un importante contributo alle vendite del marchio Nissan sul nostro territorio.