Week end in “difesa” per Pujatti nella Rok Challenge.

Il pilota del Team Driver Junior, dopo una serie di ottime prove, fatica più del previsto nella tappa di Adria.

Grande protagonista della Championkart e ottimo interprete anche della ROK Challenge, Nicholas Pujatti era arrivato ad Adria, per la sesta tappa della serie Vortex, con la consapevolezza di poter proseguire il suo cammino di crescita e confermare quanto di buono dimostrato sinora in questa stagione. Malgrado il massimo dell’impegno e la consueta grinta dimostrata nelle due manche di gara, il pilota friulano del Team Driver Junior ha dovuto però fare i conti con un week end più impegnativo del previsto e contraddistinto dall’elevato numero di partecipanti (37), molti dei quali usualmente impegnati nel WSK e nella ROK Cup Italy.

L’elevato livello dei partecipanti e il mancato giusto feeling con il mezzo sono stati gli elementi che hanno maggiormente limitato le prestazioni di Pujatti già dalle qualifiche: proprio nella sessione cronometrata il pilota del team veneto non riusciva infatti a far segnare tempi di particolare rilievo andando così a schierarsi nelle retrovie sia in Pre Finale che in Finale. Malgrado questo handicap Pujatti dimostrava come sempre molta grinta recuperando, in entrambe le manche, posizioni e facendo segnare anche buoni tempi sul giro.

Ovviamente il giovane kartista a fine gara non era particolarmente soddisfatto della ventiduesima posizione finale: “E’ ovvio che speravo di fare meglio, ma stavolta è stata davvero più dura del previsto. Non sono riuscito a fare una buona qualifica e in questa categoria se parti dietro risalire dalle retrovie diventa quasi impossibile. Peccato perché sicuramente si poteva fare molto meglio ma tutto serve a fare esperienza, anche le giornate meno felici.”

Per Pujatti ora l’obiettivo è puntato direttamente sulla Championkart dove il pilota friulano occupa la seconda piazza nella Mini Academy. Alla conclusione della stagione del monomarca by Parolin Racing mancano infatti due appuntamenti cruciali: la finale nazionale di Jesolo e la Finale Internazionale a Lignano di inizio Ottobre. In entrambe le tappe Pujatti punterà ovviamente al massimo risultato possibile, la vittoria.