Lamborghini punta in alto con Urus.

Progetti ambiziosi per il marchio italiano in previsione dell'arrivo del SUV.

La Lamborghini Urus a confronto con la Lamborghini LM002

Lamborghini si prefigge un obiettivo molto ambizioso per il 2019: raddoppiare la produzione sino al tetto delle 7000 vetture l’anno grazie al debutto del suo nuovo SUV. A dichiararlo è stato il neo CEO, Stefano Domenicali, in un’intervista nella quale fa perfettamente intendere che il marchio di Sant’Agata Bolognese vuole ampliare le sue quote di mercato a livello globale.

La produzione di supercar si attesterà intorno alle 3500 unità annuali e verranno prodotti altrettanti esemplari del SUV. Il SUV di Lamborghini, basato sul concept Urus, dovrebbe fare mostra nelle concessionarie nel 2018 ad un prezzo di circa 200.000 euro. La vettura verrà prodotta nello stabilimento di Sant’Agata Bolognese, insieme alla Huracan e alla Aventador. Lamborghini dovrebbe lanciare sul mercato anche una versione plug-in hybrid del SUV nel 2020 e successivamente la versione elettrica. In previsione dell’aumento della sua produzione Lamborghini ha dichiarato l’assunzione di 500 nuovi dipendenti e ha parallelamente pianificato un ampliamento dello stabilimento di Sant’Agata Bolognese.