In Ungheria Hamilton vince la Guerra Fredda con Rosberg e prende la leadership nel mondiale.

Hamilton ha vinto in Ungheria davanti a Rosberg e Ricciardo.

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio d’Ungheria davanti al compagno di squadra Nico Rosberg, salendo così in testa alla classifica di campionato.

L’inglese della Mercedes, dopo aver perso ieri la pole position per una “furbata” del team mate abile a sfruttare una doppia bandiera gialla, ha dato un’incredibile prova di forza, passando il tedesco allo start senza poi dare adito a risposte nel corso dei 70 giri della gara. Nemmeno la strategia ha aiutato Rosberg, che nel secondo stint ha rischiato anche il ritorno degli altri, guidati da Daniel Ricciardo (Red Bull) terzo sul podio davanti a Sebastian Vettel. Il driver della Ferrari, dopo un inizio in sordina, si è dimostrato più veloce del nativo di Perth, ma questo non è bastato a garantirgli la medaglia di bronzo. Altra gara fuori dal podio, dunque, per la Ferrari, che sembra aver perso il ruolo di porta bandiera nella battaglia contro la Mercedes. 5° Max Verstappen sull’altra Red Bull, protagonista di un duello senza esclusioni di colpi col ferrarista Kimi Raikkonen, il quale avrà senz’altro da dire per la difesa un po’ sopra le righe del più giovane campione mondiale KZ di kart con cui è arrivato anche al contatto, giunto 6° dopo aver perso ieri il treno della Q3 al culmine di una gara impeccabile specie nella gestione delle gomme. 7a piazza per Fernando Alonso, che dà motivo di sorridere alla McLaren nonostante le difficoltà di Jenson Button che, oltre ad essersi ritrovato senza freni, ha ottenuto un primato poco felice, essendo stato primo pilota a subire una penalità a causa di un messaggio “proibito” dal muretto box. Carlos Sainz (Toro Rosso) chiude il tandem spagnolo, mentre Valtteri Bottas (Williams) e Nico Hulkenberg (Force India) completano la top10.

Classifica completa.