Parole ai piloti: Hamilton al settimo cielo, Vettel fa ammenda.

Hamilton, Rosberg e Verstappen sono stati i tre protagonisti del podio nel Gran Premio di Gran Bretagna.

Soddisfazione e apprensione in casa Mercedes per la vittoria di Hamilton da una parte e per l’investigazione di Rosberg dall’altra. Per Vettel è tempo di riflessioni.

Mark Webber, che a Silverstone aveva vinto nel 2012, ha accolto sul podio il vincitore Lewis Hamilton, Nico Robserg e Max Verstappen. Hamilton: “Tutto bene gente? Non so se potete essere felici come me, vi ringrazio dal primo all’ultimo; siete magnifici! Oggi il clima ci ha sorpresi, ma per fortuna che la situazione è migliorata rapidamente. L’importante all’inizio era non commettere errori e noi non lo abbiamo fatto”.  Rosberg: “La partenza è stata complicata, Max mi ha passato e alla fine ho dovuto combattere molto con lui. Faccio i miei complimenti a Lewis per la vittoria”. Verstappen: “E’ stato fantastico ottenere il podio davanti a questa gente. Ho lottato molto con Nico e ad inizio gara lo avevo sorpassato, forse però mi sono fermato troppo tardi, altrimenti avrei potuto mantenere la piazza d’onore senza subire il controsorpasso”.
Dopo la gara ai microfoni di Sky Italia ha parlato anche Sebastian Vettel, che quest’oggi è stato protagonista di una gara molto difficile, sia per una Ferrari non troppo competitiva sia per l’errore che nel primo stint lo ha fatto precipitare fuori dalla top10.  Vettel: “La scelta delle slick aveva pagato, ero 6° ma poi ho sbagliato io. Purtroppo c’è mancata competitività oggi e per fortuna si tratta di una gara sola. Ora analizzeremo tutto per capire meglio cosa non va. Aerodinamica? Basta guardare il risultare e si ha la risposta, ora però questo non deve spingerci a ribaltare tutto. Siamo fiduciosi di cioè che abbiamo, non bisogna andare nel panico”.

Credit photo: Scuderia Ferrari Facebook Page