Nel GP di Gran Bretagna Hamilton più forte di tutti, ma in Direzione Gara regna il caos.

Hamilton zittisce tutti e infrange il record della pista, nulla può fare il compagno in Mercedes Rosberg.

Pole position mozzafiato per l’eroe di casa Lewis Hamilton, che domani scatterà davanti a tutti nel Gran Premio di Gran Bretagna.

Alla fine ce l’ha fatta, o meglio, dovrebbe. Dopo aver fatto un “giro della morte”, toltogli poi per aver superato i limiti della pista, Lewis Hamilton ha ottenuto la pole position nel Gran Premio di Gran Bretagna. L’inglese aveva fatto segnare un crono incredibile ad inizio Q3, che però i Commissari gli avevano cancellato a causa del superamento del track limit. Hamilton però non si è scomposto e nel tentativo successivo ha bissato quanto fatto in precedenza chiudendo davanti al team mate Nico Rosberg, staccato di oltre 0.3’’.  Rispetto a stamani la Red Bull ha confermato la seconda fila con Max Verstappen più rapido di Daniel Ricciardo. 5a la Ferrari di Kimi Raikkonen, seguita dalla vettura gemella di Sebastian Vettel, il quale dovrà scontare cinque posizioni di penalità per la sostituzione del cambio (partirà dunque 11°). 7° Valtteri Bottas (Williams), che precede Carlos Sainz (Toro Rosso), Nico Hulkenberg (Force India) e Fernando Alonso (McLaren). La qualifica non si è giocata solo in pista, dal momento che ad influenzare molto i risultati sono stati i commissari di gara; nel caso di Hamilton, infatti, la pole era maturata già nel primo “attacco” in Q3, ma lo sforzo era stato vanificato per aver messo le ruote oltre il limite di Curva 9.  E’ andata peggio a Hulkenberg e Alonso, il tempo dei quali è stato invalidato, curioso invece il caso di Jenson Button (McLaren), 17°, che non aveva passato il primo taglio ma in fretta e furia era stato richiamato in macchina per una presunta penalizzazione data a Kevin Magnussen (Renault), successivamente toltagli.

Classifica completa

Credit photo:  Steve Etherington