Lui si chiama Horacio Pagani e negli anni ha costruito autentici gioielli per veri collezionisti d’auto super sportive, come questa stupenda Pagani Huayra BC. Come tutti i geni Pagani è sempre stato un sognatore e soprattutto è sempre stato molto legato ai rapporti umani e personali con la sua clientela. Partendo da questo presupposto di “taking care about customer” l’argentino ha presentato sul mercato mondiale la sua ultima meravigliosa creatura: Huayra BC.

Evoluzione naturale, se così si può dire della Huayra (premiata nel 2012 quale hyper car of the year, ndr) la BC è frutto della dedica dello stesso Horacio Pagani a Benny Caiola, persona che lo ha fortemente ispirato nel corso degli anni. Caiola è stato il primo cliente ad acquistare una vettura Pagani e a spingerlo ad acquistare una vettura del genio argentino fu proprio l’estrema passione trasmessa e l’elevata tecnologia racchiuse nella auto costruite a San Cesario sul Panaro. La Huayra BC rappresenta dunque un’evoluzione della coupè omonima ed è equipaggiata con soluzioni tecniche che vedremo su altri modelli presentati nel prossimo futuro. Una hypercar come si suol dire“track focused” come le “sorelle” Zonda R e Zonda Cinque. Per ottenere prestazioni top e renderla perfetta per la pista il peso è stato portato al limite dei 1218 Kg mentre sotto al cofano batte un propulsore V12 Bi-turbo made in Mercedes-AMG, capace ora di oltre 750 CV di potenza pur nel rispetto delle norme Euro 6. A differenza dei motori Mercedes AMG di F1, la BC di rumore ne fa eccome grazie ad un specifico scarico in titanio studiato appositamente per ottimizzare performance e sound.

PAGANI-HUARYA-BC-motormedia00015 Pagani Huayra BC: il sogno di Benny Caiola si è realizzato. Supercars

La trasmissione è affidata ad un inedito automatico a 7 rapporti sviluppato e costruito dall’esperta Xtrac: è attuato elettro-idraulicamente, dotato di sincronizzatori in fibra di carbonio e di un software di funzionamento ottimizzato per la versione BC. Un cambio collegato ad un nuovo differenziale autobloccante posteriore a controllo elettronico. Anche nella parte trasmissione si è lavorato tantissimo sulle masse arrivando ad ottenere un valore del 40% inferiore ad un cambio a doppia frizione tradizionale. Sempre in ottica di rendere tutta la vettura “superlight” si è lavorato molto anche sull’impianto frenante Brembo T con dischi carboceramici affiancati a pinze specifiche per questo modello. Per scaricare a terra 750 cavalli non basta essere dei “gran manici” ma occorrono anche pneumatici adeguati: la Huayra BC adotta infatti pneumatici Pirelli P Zero Corsa da 255/30ZR20 all’anteriore e 355/25ZR21 al posteriore, come a dire non ci facciamo mancare proprio nulla. Questa però non è però l’unica scelta di pneus che il cliente della BC scegliere: parallelamente e in alternativa può infatti scegliere i più performanti P Zero Trofeo R poggiati su cerchi rispettivamente da 19” e 20”. Grazie a questa configurazione in Pagani dichiarano picchi di accelerazione laterale di 2G!

PAGANI-HUARYA-BC-motormedia00002 Pagani Huayra BC: il sogno di Benny Caiola si è realizzato. Supercars

Tre le mappature disponibili dell’ESP: “Comfort”, “Sport” e “Track”. Poterla apprezzare al 100% in pista, la BC è stata curata in maniera maniacale in tutta la sua area aerodinamica: per aumentare il downforce è arrivata infatti in coda una nuova ala in CFRP associata al nuovo disegno di tutti i pannelli della carrozzeria (escluso il del tetto) per arrivare all’obiettivo finale di garantire un flusso migliore in tutte le feritoie ed i canali dell’auto e garantire, quindi, un migliore raffreddamento degli organi meccanici ed uno smaltimento del calore più efficiente e rapido. Una vera supercar dunque questa Huayra BC… purtroppo a disposizione, come sempre, di pochissimi eletti collezionisti.