La Miura SV restaurata dal Lamborghini PoloStorico vince il Cartier Style et Luxe Concours d’Elegance al Goodwood Festival of Speed.

L’esemplare vincitore (numero di telaio 4846) fu esposto al Salone di Ginevra del 1971, in occasione del lancio della Miura SV , ed è stato oggetto del primo restauro da parte del Lamborghini PoloStorico, che ha provveduto a ripristinarne le condizioni originali.

Enrico Maffeo, Responsabile del Lamborghini PoloStorico, ha ricevuto il premio da Laurent Feniou, Managing Director di Cartier UK. La vittoria è stata decretata da una giuria di nove membri, tra cui Lapo Elkann, Flavio Manzoni, Responsabile del design Ferrari, Sir Jonathan Ive, Chief Desing Officer di Apple, e il designer Marc Newson.

“Siamo fieri che la vittoria del Concorso di eleganza Style et Luxe di Cartier sia andata alla prima vettura restaurata dal nostro PoloStorico” ha commentato Stefano Domenicali, Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini . “Il Goodwood Festival of Speed è un evento che celebra la passione per il mondo dell’auto, di ieri e di oggi. Per Lamborghini è motivo di orgoglio prenderne parte”.

Lord March, patron della manifestazione, e Stefano Domenicali hanno partecipato insieme con una Huracán Spyder alla Michelin Supercar Run, la celebre corsa in salita, che ha visto cimentarsi anche una Huracán Avio. Presso lo stand Lamborghini erano in esposizione l’Aventador Miura Homage, la serie speciale di 50 unità realizzata in celebrazione del 50° Anniversario della Miura, una Huracán Super Trofeo, una Huracán Spyder e la serie speciale Huracán Avio.

In mostra nell’area del Cartier Style et Luxe le Lamborghini  firmate dal designer Marcello Gandini, tra cui l’Espada, la Countach, la Jarama, la Silhouette e la Diablo.