GP d’Europa: Rosberg poleman con Hamilton out.

Rosberg a sorpresa poleman a Baku davanti a Ricciardo e Vettel. Perez penalizzato.

Rosberg conquista la pole a Baku sfruttando anche l'errore di Hamlton.

Rosberg poleman a Baku. Nel GP d’Europa di Baku Rosberg fa segnare la pole position. Hamilton a mure, le Ferrari subito dietro.

Come da inizio week end c’è sempre una Mercedes in pole, ma questa volta è quella di Nico Rosberg a partire davanti a tutti. Il leader del Mondiale, dopo tre weekend negativi, ha reagito da campione quest’oggi colpendo la “sicurezza” ostentata da Hamilton nei precedenti giorni. Nel finale della Q3 il campione inglese in carica è andato infatti a sbattere contro i muretti della strettissima curva 8, danneggiando la sospensione anteriore destra. Bandiera rossa a due minuti dal termine, subito dopo che Rosberg fosse transitato sul traguardo fermando il cronometro sul tempo di1’42″758. Hamilton sarà dunque costretto a scattare dalla decima posizione e a prodursi in una rimonta non proprio facilissima su di un circuito cittadino. Di sicuro, il britannico non ha vissuto una qualifica positiva, con due errori già compiuti in precedenza: nella Q2, in curva 7, quasi rischiando l’eliminazione, e poi nel primo tentativo in Q3 in curva 15.

Il vero eroe della giornata è stato però Sergio Perez, autore di un incredibile secondo crono con la Force India. II messicano (miglior qualifica in carriera) non potrà però partire dalla prima fila a seguito delle cinque posizioni di penalità inflittegli a causa della sostituzione del cambio post crash nelle FP3. Al suo posto, in prima fila, dunque partirà Daniel Ricciardo: l’australiano della Red Bull ha infatti battuto in extremis  Sebastian Vettel, segnando addirittura lo stesso identico crono (1’43″966). Le Ferrari andranno dunque a riempire la seconda fila, con il tedesco terzo davanti a Kimi Raikkonen..

A seguire ci saranno Felipe Massa con la Williams e un ritrovato Daniil Kvyat con la Toro Rosso. Ottavo Valtteri Bottas, nono Max Verstappen. GP dunque domani tutto da seguire con gli occhi puntati su Hamilton a caccia del suo diretto avversari Rosberg.

Lo schieramento di partenza – GP Europa.

1. fila
1 – Nico Rosberg (Mercedes W07) – 1’42″758 – Q3
2 – Daniel Ricciardo (Red Bull RB12-TAG Renault) – 1’43″966 – Q3
2. fila
3 – Sebastian Vettel (Ferrari SF16-H) – 1’43″966 – Q3
4 – Kimi Raikkonen (Ferrari SF16-H) – 1’44″269 – Q3
3. fila
4 – Felipe Massa (Williams FW38-Mercedes) – 1’44″483 – Q3
5 – Daniil Kvyat (Toro Rosso STR11-Ferrari) – 1’44″717 – Q3
4. fila
7 – Sergio Perez (Force India VJM09-Mercedes) – 1’43″515 – Q3 *
8 – Valterri Bottas (Williams FW38-Mercedes) – 1’45″246 – Q3
5. fila
9 – Max Verstappen (Red Bull RB12-TAG Renault) – 1’45″570 – Q3
10 – Lewis Hamilton (Mercedes W07) – 2’01″954 – Q3
6. fila
11 – Romain Grosjean (Haas VF16-Ferrari) – 1’44″755 – Q2
12 – Nico Hulkenberg (Force India VJM09-Mercedes) – 1’44″824 – Q2
7. fila
13 – Carlos Sainz (Toro Rosso STR11-Ferrari) – 1’45″000 – Q2
14 – Fernando Alonso (McLaren MP4/31-Honda) – 1’45″270 – Q2
8. fila
15 – Esteban Gutierrez (Haas VF16-Ferrari) – 1’45″349 – Q2
16 – Felipe Nasr (Sauber C35-Ferrari) – 1’46″048 – Q2
9. fila
17 – Rio Haryanto (Manor MRT05-Mercedes) – 1’45″665 – Q1
18 – Pascal Wehrlein (Manor MRT05-Mercedes) – 1’45″750 – Q1
10. fila
19 – Jenson Button (McLaren MP4/31-Honda) – 1’45″804 – Q1
20 – Marcus Ericsson (Sauber C35-Ferrari) – 1’46″231 – Q1
11. fila
21 – Kevin Magnussen (Renault RS16) – 1’46″348 – Q1
22 – Jolyon Palmer (Renault RS16) – 1’46″395 – Q1

* 5 posizioni di penalità