24h Le Mans: Alla scoperta della vettura di Sausset.

David Lecleach, tecnico del Team OAK Racing, ci spiga i segreti della vettura di Sausset.

La SRT41 by OAK Racing del quadri amputato Sausset.

La vettura #84 iscritta dalll’SRT41 by OAK Racing occupa il “Garage 56”, dedicato e riservato ai progetti innovativi. David Lecleach, ingnegnere telemetrista alla Onroak Automotive, è stato assegnato al team e ci racconta le verie tecnologie installate per Frédéric Sausset, il quadri amputato pilota che ha deciso di sfidare la 24 Hours of Le Mans.

Freni: “Abbiamo in pista l’unica vettura con l’ABS che è sicuramente di grande aiuto in frenata. C’è Master-Vac brake booster che crea una sorta di assistenza quando il pilota spinge sul pedale del freno. Senza quello non riuscirebbe a dare la giusta pressione sul pedale del freno.

Sterzo: “E’ unico. Le protesi che indossa hanno un ganci che viene usato per sterzare l volante. Ha praticamente lo stesso angolo di sterzo di una vettura con sterzo tradizionale. Ha tutti i bottoni richiesti per accendere e spegnere il motore e per utilizzare il cambio automatico oltre al power boost del motore. Per essere utilizzate da lui la vettura deve essere ferma. 

Cntrlli speciali: “C’è una levetta che lui può utilizzare per inserire il pit limit a le situazioni di safety car. Basta che lui la spinga in basso e il computer adatta i parametri del motore. In più, sulla sua sinistra, c’è un joystick che controlla le frecce, gli abbaglianti e le luci dei freni. 

Estrazione: “I reglamenti dicono che devi essere in rad di uscire autonmamente dalla vettura in caso di incidente. C’è un sistema ad aria compressa che solleva il suo sedile consentendogli poi di uscire dalla vettura.  

Gli altri piloti: “C’è uno sterzo speciale per Frédéric Sausset mentre Jean-Bernard (Bouvet) and Christophe (Tinseau) usano un volante tradizionale. Il settaggio del pedale per Frédéric è differente e lo controlla con la sua coscia.  E’ connesso con delle aste che lui usa per frenare e accelerare e non c’è la frizione dato che si tratta di un cambio automatico. LO sterzo e i pedal vengono rimossi quando salgono in vettura gli altri due piloti.”

Fari: “Eduardo Freitas, Race Director, has asked us to fit blue LEDs that only light up when Fred is in the car. When his steering wheel is connected, it automatically switches those lights on. They are on the front end, the roll bar and the rear extractor. A broad blue strip warns the drivers in front and behind.”

Come è nato il progetto: ”Onroak Automotive Le Mans ha lavorato sull’elettronica mentre il team di Magny Cours ha sviluppato gli aspetti meccanici.Circa 15 persone sono state coinvolte e ci hanno lavorato da Gennaio. Lo sviluppo ha necessitato di 3 mesi circa e abbiamo fatto moltissimi testi. Fred doveva abituarsi alla vettura dovendo passare da un prototipo CN ad uno LMP2. Perfezionando il suo comfort di guida che non è stata proprio una cosa facilissima. 

Omlogazione: “I tecnici della FIA sono stati da noi molto spesso. Hanno verificato alcuni aspetti chiedendoci di modificarne altri. Ora la vettura è perfettamente in linea con gli standards FIA.”