Mitsubishi ASX 2016 Test Drive

Oggi abbiamo provato la nuova Mitsubishi ASX 2016!

La Mitshubishi ASX è una suv grintosa nella linea e nel carattere, dotata di sospensioni rigide e di un motore vivace: su strada è divertente da guidare e, grazie alla trazione integrale inseribile, è anche sufficientemente parca nei consumi. Qualche limite viene invece fuori nel fuori strada nel quale paga la sua ridotta altezza da terra. Lunga quanto una berlina compatta, è in grado però di ospitare al suo interno senza problemi anche cinque adulti e ha un baule più che capiente. Il rapporto fra prezzo e dotazione è ottimo, ma alcune finiture sono migliorabili e gli accessori un po’ più di “elite” sono disponibili soltanto all’interno di pack abbastanza onerosi.

Con la grande mascherina trapezoidale e i fari sottili e allungati, la Mitsubishi ASX è sicuramente una delle suv dal punto di vista estetico più grintose in circolazione.

mitsubishi-asx-test-drive-prova-su-strada.mp4_snapshot_00.33_2016.06.17_08.46.30 Mitsubishi ASX 2016 Test Drive News Video Test Drive

Di sportivo, questa suv nipponica ha anche l’assetto, con sospensioni rigide che richiedono qualche compromesso in termini di comfort, ma che fra le curve garantiscono un comportamento sicuro e divertente. Adeguati alla guida brillante risultano anche l’ESP, ben tarato e mai invadente, e lo sterzo, con servoassistenza elettrica, preciso ma non molto diretto. Qualche pecca invece per quanto riguarda il cambio che ha degli innesti un po’ duri.I rapporti piuttosto corti esaltano la vivacità del motore 1600 a gasolio da 150 CV senza troppo penalizzare i consumi, che sono bassi in ogni tipologia di utilizzo. Per l’ottenimento di questo risultato un contributo arriva sia dal dispositivo Stop&Go sia dalla trazione integrale di tipo inseribile: nella marcia normale si possono infatti “svincolare” le ruote posteriori riducendo gli sprechi dovuti alle maggiori resistenze, mentre sui fondi scivolosi si può anche bloccare il differenziale centrale per contare su maggiore aderenza.

Considerato che sono di serie anche i fari allo xeno e il tetto panoramico in vetro (rende luminosissimo l’abitacolo, e può essere “oscurato” con una tendina elettrica), il prezzo della Intense, la versione di punta, è davvero molto concorrenziale. Moderna, piacevole e bene assemblata, la plancia non convince del tutto per la qualità dei materiali plastici. Migliorabili anche la collocazione di alcuni comandi e la leggibilità degli strumenti, accattivanti ma con cifre troppo piccole. L’abitacolo è ampio e si sta comodi anche dietro, dove lo spazio per le gambe supera le aspettative. Promosso pure il baule, nonostante la soglia alta e non a filo del piano di carico, mentre sembra un controsenso che in una vettura di questo tipo manchi la ruota di scorta, sostituita da un kit di riparazione.

mitsubishi-asx-test-drive-prova-su-strada.mp4_snapshot_03.22_2016.06.17_09.15.42 Mitsubishi ASX 2016 Test Drive News Video Test Drive

I comandi sono quasi tutti a portata di mano, compresa la grossa rotella che serve a passare dalla trazione anteriore a quella 4×4 e a bloccare il differenziale centrale: fanno eccezione le manopole del clima, poste troppo in basso, e il bottone dell’hazard, poco intuitivo da individuare. In rapporto alle dimensioni esterne l’ampiezza dell’abitacolo è quasi incredibile, grazie alle ampie e ben profilate poltrone anteriori e si può criticare soltanto la regolazione degli schienali poco accurata. Dietro non c’è proprio di che lamentarsi.

mitsubishi-asx-test-drive-prova-su-strada.mp4_snapshot_04.01_2016.06.17_09.15.55 Mitsubishi ASX 2016 Test Drive News Video Test Drive

Una nota negativa la merita anche l’assenza della ruota di scorta, sostituita da un kit di riparazione che appare inadeguato per una SUV. La carrozzeria, non troppo lunga, ne fa una suv adatta anche alla città, e nelle manovre i sensori di distanza permettono di ovviare alla scarsa visibilità posteriore. Il brio del turbodiesel, esaltato dalla rapportatura corta del cambio, gratifica chi ama la guida sportiva almeno quanto l’assetto: la possibilità di viaggiare con la sola trazione anteriore giova ai consumi: si percorrono oltre 16 km/l : meglio di molte berline meno potenti. La trazione integrale si inserisce in un attimo: basta ruotare la manopola nel tunnel per attivare la frizione elettromagnetica che distribuisce automaticamente la coppia fra le ruote davanti e quelle dietro in base all’aderenza; e sempre tramite la medesima rotella si può bloccare la ripartizione al 50% fra i due assi, opzione utile nei passaggi difficili. Tutto questo, però, non fa della ASX una vera fuoristrada, un po’ perché mancano le ridotte, e un po’ perché l’altezza da terra (appena 17 cm) è insufficiente per affrontare fondi molto accidentati.

La ASX è disponibile sul mercato in 4 versioni di allestimento: Instyle, Intense, Invite e Inform. Per quanto riguarda i propulsori sono disponibili un 1.6 benzina o bifuel a gpl da 117 cavalli e un 1.6 DI-D turbodiesel da 114 cavalli e il 2.2 da 150 cavalli.

Un’ampia gamma per tutti i gusti che parte da un prezzo base di 19.800 euro per la versione 1.6 benzina Uniform per arrivare ai 32.400 euro della versione Instyle Panoramica 4WD con propulsore 2.2 turbodiesel.

Non ci resta che augurarvi Buon viaggio insieme alla Mitsubishi ASX e fateci sapere la vostra opinione!