FCA protagonista della “Vernasca Silver Flag 2016”

Dal 17 al 19 giugno la rievocazione della cronoscalata Castell'Arquato-Vernasca riservata a vetture da competizione costruite dai primi del secolo fino al 1972.

La Vernasca Silverflag è una delle gare più importanti a livello nazionale per il settore autostoriche.

A metà Giugno la Vernasca Silver Flag 2016. IL Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca presenta l’edizione 2016 della Vernasca Silver Flag 2016.

Dal 17 al 19 giugno si svolgerà la “Vernasca Silver Flag 2016”, rievocazione storica della cronoscalata Castell’Arquato-Vernasca che fu disputata dal 1953 al 1972. Abbandonato il cronometro di una volta, oggi l’evento è strutturato in forma di “concorso dinamico di conservazione e restauro” – le auto sfilano su strada chiusa al traffico a velocità limitata – riservato a vetture da competizione costruite dalle origini dell’automobile fino ai primi anni degli anni 70. Organizzata dal Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca, quest’anno la “Vernasca Silver Flag 2016” celebra le sue 21 edizioni e rende omaggio alla storia ultracentenaria del marchio Alfa Romeo. Tra gli esempi più affascinanti l’Alfa 8C 2300 Le Mans (1931) e la Lancia Stratos (1974) appartenenti alla collezione di FCA Heritage, la nuova struttura che coordina tutte le azioni dell’azienda nel mondo dell’automobilismo storico.

In particolare, la preziosa 8C 2300 tipo “Le Mans” (1931) è una vera e propria leggenda dell’automobilismo sportivo, come dimostrano le quattro vittorie consecutive – dal 1931 al 1934 – della “24 Ore di Le Mans”. Leggendaria anche la Lancia Stratos Alitalia Gruppo 4 presente a Vernasca, che ha vinto diverse competizioni tra le quali il Rally del Portogallo del 1976, oltre a classificarsi seconda nel Rally di Montecarlo del 1977.

Il pubblico della “Vernasca Silver Flag 2016” potrà toccare con mano queste straordinarie vetture Lancia e Alfa Romeo esposte nel paddock aperto a tutti, oltre a poterle vedere in azione sul percorso di gara che, snodandosi per circa nove chilometri tra salite e curve, da Castell’Arquato sale fino a raggiungere Vernasca.

Al fianco di queste rarità delle collezioni ufficiali Alfa Romeo e Lancia sfileranno anche le nuove Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Alfa Romeo 4C, cui spetterà l’onore di apripista della manifestazione: è il miglior modo per apprezzare il “fil rouge” indissolubile che esiste tra le vetture del passato e quelle di attuale produzione.

Spazio anche alla pluripremiata Alfa Romeo 4C che rappresenta l’essenza sportiva del brand e coniuga uno stile mozzafiato e prestazioni eccellenti. È equipaggiata con la migliore tecnologia derivata dal mondo delle corse. Grazie all’abitacolo monoscocca in fibra di carbonio, all’ampio uso di alluminio e a materiali compositi per la carrozzeria, 4C vanta un rapporto peso-potenza inferiore ai 4 kg. Trazione posteriore e motore centrale, turbo 4 cilindri a iniezione diretta da 240 CV, si traducono in comportamento stradale da supercar: 257 km/h di velocità massima, 4,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, 1,1 g di accelerazione laterale e 1,25 g di decelerazione massima in frenata.

Infine, all’interno del paddock il pubblico potrà visitare lo stand dedicato al progetto Abarth Classiche che mette in risalto il connubio tra il patrimonio storico e la tensione al continuo progresso tecnico del DNA dello Scorpione, come si evince anche dal nuovo 124 Abarth spider, un’autentica esperienza roadster ricca di emozione, tecnologia e sicurezza unita a un design tutto italiano; e dalla nuova Abarth 595, l’evoluzione dell’icona Abarth che, dal 2008 a oggi, ha conquistato appassionati a livello globale.