FCA scagionata da Delrio sul dieselgate.

Sempre accesa e discussa la questione dieselgate a livello internazionale.

Il Ministro dei Trasporti italiano Delrio.

Non si placa la polemica tra Italia e Germani riguarda la presunta non regolarità delle emissioni dichiarate dai propulsori diesel di FCA. A tal proposito è addirittura dovuto intervenire il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio, che ieri al Consiglio dei Ministri dei Trasporti dell’Unione Europea ha argomentato riguardo i test che sarebbero stati condotti sui motori segnalati dal ministro tedesco Alexander Dobrindt, che Fiat aveva rifiutato di incontrare nei giorni scorsi.

Delrio: £Nessuna anomalia è stata riscontrata nelle auto del gruppo FCAné in quelle di altre Case in materia di software che truccano le emissioni dei propulsori diesel.” Questa è stata la principale dichiarazione del Ministro tricolore. I risultati di questi test disposti dal Ministero dei Trasporti non sono ancora stati però resi pubblici

Per evitare qualsiasi dubbio Delrio ha aggiunto: “Le emissioni su strada sono molto più elevate di quelle che si rilevano in laboratorio. L’unico elemento ingannevole, quindi, è quello montato su quei modelli del gruppo Volkswagen, in via di richiamo».

Il Ministro Delrio infine affermando che “c’è un importante cambio di direzione sul tema delle emissioni in Europa. La normativa europea si è, infatti, recentemente evoluta per chiarire le modalità di prova: infatti dal 1′ settembre 2017 secondo il nuovo regolamento europeo i costruttori dovranno effettuare prove su strada e dovranno dichiarare le modalità di funzionamento delle strategie ausiliarie e di base delle emissioni. Inoltre nelle prossime settimane attendiamo l’adozione da parte della Commissione Europea del nuovo ciclo di prova più aderente alle condizioni di guida su strada.”

Staremo a vedere l’evolversi della questione.