Prima vittoria di Lamborghini nell’International GT Open

Prima vittoria stagionale per il marchio di Sant'Agata nella serie GT di Pareja.

La vettura del Team Lazarus di Biagi-Crestani che ha vinto a Le Castellet.

È stato un weekend intenso e ricco di emozioni per Lamborghini, nell’ambito delle principali competizioni GT Internazionali. Le Huracán GT3 erano impegnate su più fronti, dall’Europa con i doppi round dell’International GT Open al Paul Ricard e quello dell’ADAC GT Masters al Lausitzring, fino agli Stati Uniti con la gara dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship a Detroit.

Proprio al Paul Ricard è arrivata la prima vittoria stagionale nell’International GT Open, ad opera dell’Orange 1 Team Lazarus con l’equipaggio composto da Thomas Biagi e Fabrizio Crestani. Dopo una partenza nelle retrovie, in ottava posizione, la Lamborghini Huracán GT3 del team italiano ha scalato la classifica e grazie a una ottima strategia di gara, nonché a un contatto che ha visto coinvolte le due vetture in lotta per la prima posizione, ha avuto la meglio conquistando il gradino più alto del podio.

Positivo, inoltre, il debutto del team FFF Racing nel GT Open, con una Huracán GT3 a disposizione dell’ex pilota di F1 Vitantonio Liuzzi e Andrea Caldarelli. I due velocissimi piloti italiani, in Gara 1 del sabato, dopo una rimonta a colpi di giri veloci hanno conquistato il terzo posto assoluto. Bene anche il team Ebimotors, sesto in Gara 1 con la coppia formata da Fabio Babini ed Emanuele Busnelli.

Grande bagarre anche nell’ADAC GT Masters, con il terzo round stagionale svoltosi al Lausitzring. In Gara 1 ha dominato il Grasser Racing Team, che con la Huracán GT3 di Rolf Ineichen e Christian Engelhart è riuscita a salire sul secondo gradino del podio su un totale di ben 33 vetture schierate. La vettura n. 63 non ha avuto altrettanta fortuna in Gara 2, esclusa dalla competizione a causa di una serie di contatti al via che ha visto coinvolte diverse vetture. A tenere alta la bandiera del Grasser Racing Team ci ha pensato la Lamborghini n. 16 nelle mani di Mirko Bortolotti e Luca Stolz, al secondo posto per buona parte della gara finché un drive through a pochi minuti dal termine (per una penalità inflitta durante il pit stop) non li ha fatti retrocedere al settimo posto finale. Da segnalare, però, l’ottima prestazione del team Bonaldi Motorsport, che con la Huracán GT3 guidata da Patrick Kujala e Milos Pavlovic ha chiuso all’ottavo posto dopo una grande rimonta iniziata dalla diciannovesima posizione.

Nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, il team Paul Miller Racing ha invece firmato la sua prima pole position della stagione durante in quinto round del campionato GT americano, sul circuito di Belle Isle Park a Detroit. Bryan Sellers, in coppia con il Lamborghini GT3 Junior Driver Madison Snow, è stato il più veloce in qualifica della classe GTD. La Lamborghini Huracán GTD ha dominato la categoria per buona parte della gara, ma dopo la ripartenza a seguito di una neutralizzazione ha perso cinque posizioni e ha chiuso all’ottavo posto finale. Sesta piazza, invece, per la Huracan GTD del team Change Racing, con l’equipaggio formato da Corey Lewis e Spencer Pumpelly.