24h di Le Mans: nel test day Audi batte Porsche 1-0.

Nel Test Day Di Grassi (Audi R18 E-Tron) ruba la "pole" alla Porsche.

Tutte le protagoniste dell'edizione 2016 schierate al via.

Il primo atto dell’edizione 2016 della 24h di Le Mans si è consumato ieri con la disputa del Test Day a cui hanno preso parte tutti i 60 equipaggi iscritti alla mitica gara endurance. La giornata si test è andata via liscia sino alle 17.30 quando la bandiera rossa ha fatto rientrare, anzitempo, tutti ai box per l’incidente Liger-Honda di Negri. In quel momento il “poleman” era il brasiliano del Team Audi Sport Lucas Di Grassi che nella sessione pomeridiana aveva fatto il miglior crono di giornata scendendo sotto il limite del 3’22. Con questo “tempone” Audi dunque batte nel primo SET Porsche che, in mattinata, aveva quasi dominato. Alle spalle dunque del brasiliano la prima delle Porsche 919 Hybrid (Behrnard-Webber-Hartley) staccata però di quasi un secondo. Staccate le due Toyota che hanno fatto segnare i loro best lap solo in mattinata. Molto bene anche le due Rebellion R-One che hanno agevolmente girato in 3’27”, migliorando di quasi 4 secondi il loro passo 2015.

A far segnare la miglior prestazione in LMP2 è stata la Oreca-Nissan del team Eurasia con Tristan Gommendy, che è stato capace di fermare i cronometri sul 3’36”690. Il pilota francese ha preceduto l’Alpine-Nissan di Menezes-Lapierre-Richelmi e l’Oreca-Nissan di Dolan-Dennis-Van Der Garde.

Grande spettacolo, come sempre, tra le vetture GTE Pro. Il livello di competitività è assoluto e il distacco di 1.8 sec tra il poleman virtuale Antonio Garcia (Corvette) e la Porsche 911 RSR del team Dempsey Proton di Lietz & Co. che chiude le fila ne è la conferma più evidente. Alle spalle di Corvette hanno concluso le due Porsche di Pilet-Estre-Tandy e di Makowiecki-Bamber-Bergmeister seguite dall’altra Corvette di Gavin-Milner-J.Taylor e dalla prima Ferrari 488 dell’AF Corse di Bruni-Calado-Pier Guidi.

Nella categoria GTE Am, infine, è stato Nick Catsburg (al debutto come potenziale sostituto dell’infortunato Ruberti) con la Corvette del Larbre Competition a siglare la miglior prestazione con 3’57”999. Alle spalle della vettura del team francese le due Ferrari di Cameron-Griffin-Scott e di Sweedler-Bell-Segal. Anche in questa classe dunque ci aspettiamo grande lotta. Ora si attende settimana prossima per l’inizio delle ostilità “vere” e scopriremo chi, nel test day, si è tenuto più nascosto tra i TOP Team.

Classifica TOP 10 Test day.
1 – Di Grassi-Duval-Jarvis (Audi R18) –  3’21”375
2 – Behrnard-Webber-Hartley (Porsche 919) –  3’22”270
3 – Dumas-Jani-Lieb (Porsche 919) –  3’22”334
4 – Fassler-Lotterer-Treluyer (Audi R18)  – 3’22”588
5 – Davidson-Buemi-Nakajima-Wurz (Toyota TS050) – 3’23”197
6 – Sarrazin-Conway-Kobayashi-Wurz (Toyota TS050) – 3’23”721
7 – Tuscher-Imperatori-Kraihamer (Rebellion R-One) – 3’27”062
8 – ProstHeidfeld-Piquet (Rebellion R-One) – 3’27”117
9 – Trummer-Webb-Kaffer (CLMP1/01-AER)  – 3’33”025
10 – Pu-Gommendy-De Bruun (Oreca 05-Nissan) –  3’36”690