La WSK Super Master Series si è conclusa a Adria con il successo di Ardigò (I – Tony Kart-Vortex KZ), Lorandi (I – Tony-Vortex KZ2), Travisanutto (I – Tony-Vortex OK), Taoufik (MA – FA Kart-Vortex OKJ) e Paparo (I – IP Karting-TM 60Mini).

Grandi lotte fino all'ultima manche per definire i campioni della WSK Super Master Series.

Nelle 60 Mini la vittoria è andata a Paparo (Formula K).

La WSK Super Master Series ha avuto un gran finale all’Adria Karting Raceway, lo scorso weekend. Lotte all’ultimo metro tra i migliori della stagione in ognuna delle 5 categorie, da rivivere in video dal sito ufficiale wsk.it.

KZ – Comanda Ardigò.

La volata ha portato bene a Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Vega), che ha concluso da vincitore la sua rincorsa in KZ davanti al francese Anthony Abbasse (Sodi-TM). Nella lotta per il terzo posto ha infine prevalso Jeremy Iglesias (Sodi-TM).

KZ2 – Lorandi sul trono.

Vincendo la Finale di Adria, Leonardo Lorandi (Tony Kart-Vortex-Vega) ha conquistato la classifica KZ2, nella quale Giacomo Pollini (CRG-TM) è sceso secondo dopo una penalizzazione per posizione irregolare della carenatura. Finale thrilling, in cui Alex (Energy-TM) ha vinto la volata per il terzo posto.

OK – Travisanutto coglie l’attimo.

Nel difficile weekend in Veneto di Pedro Hiltbrand (CRG-Parilla-Vega), Lorenzo Travisanutto (Tony-Vortex) ha colto il momento, siglando il piazzamento che lo ha portato in testa alla classifica finale. Ottimo anche Karol Basz (Kosmic-Vortex), risalito secondo davanti a Hiltbrand.

OKJ – Il primato di Taoufik.

Il primo successo nel Motorsport per un pilota marocchino viene dalla vittoria finale in OKJ di Sami Taoufik (FA-Vortex-Vega), meritata per come il pilota di Marrakech ha resistito all’assalto di Noah Watt (Tony Kart-Vortex), secondo. Ottima conclusione per Ulysse De Pauw (BirelArt-Parilla), terzo.

60 Mini – Paparo sorpassa tutti.

Michael Paparo (IP Karting-TM) ha ribaltato la classifica della 60Mini e con la vittoria in gara si è imposto davanti a Francesco Pizzi (Energy-Iame). Dalla posizione di leader Gabriele Minì (Energy-TM-Vega) è sceso al terzo posto.