Suzuki Italia a sostegno del progetto “Un Ponte per la Sicurezza”

La Filiale italiana della Casa di Hamamatsu al fianco della Questura di Torino per un’iniziativa di formazione sul tema dell’immigrazione rivolta agli studenti.

Il marchio nipponico Suzuki si dimostra sensibile alle politiche sociali.

Suzuki Italia ribadisce la propria attenzione verso le politiche sociali supportando la Questura di Torino nel progetto “Un Ponte per la Sicurezza – l’esodo dei migranti tra solidarietà, accoglienza e legalità”, percorso formativo sul fenomeno migratorio dei richiedenti protezione internazionale indirizzato agli studenti di classi multietniche di 1^ e 2^ superiore.

L’iniziativa avviata lo scorso febbraio, il 23 maggio  presso il Teatro Carignano di Torino ha visto lo svolgimento della premiazione dei lavori figurativi realizzati dai giovani sul tema in essere con la partecipazione dell’attore teatrale Arturo Brachetti il quale, assieme al suo staff, ha testimoniato la sensibile vicinanza alla Polizia di stato e alla drammaticità dell’argomento.

La vicinanza dell’Azienda all’iniziativa ha previsto l’esposizione all’ingresso del Teatro Carignano delle novità della sua gamma Auto, la hatchback compatta BALENO e il SUV VITARA S.