Il Team Renault in difficoltà con le gomme al GP di Spagna.

Kevin Magnussen (DEN) Renault Sport F1 Team RS16.

Il Renault Sport Formula One Team ha ottenuto solo un 13° e 14° posto con i suoi due piloti  Magnussen e Palmer al GP di Spagna che si è corso ieri sul circuito Montmelò di Barcellona. Diverse sono state le strategie utilizzate per le due monoposto, con tre pit stop per Kevin Magnussen e due per Jolyon Palmer come spiegato dai due driver e del Team Principal.

Kevin Magnussen – R.S.16-02 n°20 – Partenza: 15° – Arrivo: 14°: «Avevamo un buon ritmo con pneumatici morbidi, ma eravamo meno a nostro agio con mescole dure e medie, più particolarmente le medie. Non è stata una buona giornata per me e lavorerò con l’équipe per capire cosa ci impedisce di fare di più. Sono davvero concentrato sulle prove, potremo testare cose nuove sulla monoposto. Il risultato di oggi non è realmente rappresentativo di ciò che siamo capaci di fare».

Jolyon Palmer – R.S.16-03 n°30 – Partenza: 17° – Arrivo: 13°: «Ritengo di aver realizzato la mia miglior gara in termini di ritmo e di performance. Mi sentivo a mio agio con la monoposto; bisognava stare attenti al degrado dei pneumatici, ma era gestibile. È un pò deludente non arrivare in zona punti, ma sono soddisfatto. Dovremmo guadagnare performance grazie alle evoluzioni che sono pronte in fabbrica. Sono impaziente di ritrovarmi a Monaco».

Frédéric Vasseur –  Direttore della competizione: «È stata una corsa difficile per noi, ma i nostri piloti sono stati costantemente all’attacco, fino alla bandiera a scacchi. Kevin ha avuto difficoltà con i pneumatici con mescola dura e abbiamo quindi modificato la sua strategia. Parallelamente, Jolyon è riuscito a sfruttare una strategia con due pit stop e ci ha regalato la sua migliore performance ad oggi. Abbiamo vissuto una bella gara per la Formula 1. Congratulazioni a Max Verstappen per la sua prima vittoria in F1. È positivo per lo sport vedere oggi Red Bull di ritorno sul primo gradino del podio, e soprattutto in questo modo».